27 marzo 2015

INGRESSO A GERUSALEMME (Matteo 21,1-9)

Filed under: LEZIONI 2014-15 — giacomo.campanile @ 09:26

gesùlode

L’ingresso a Gerusalemme di Gesù è un evento descritto dai vangeli[1].

In occasione della sua ultima pasqua Gesù si recò nella città santa di Gerusalemme ove fu accolto come Messia dalla folla festante che lo acclamò gridando Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore[2] e agitando rami d’ulivo e di palma.

Duccio di Buoninsegna: Ingresso di Gesù in Gerusalemme

L’evento è ricordato dalla tradizione cristiana nella domenica delle Palme, all’inizio della settimana santa che ripercorre le tappe della passione di Gesù.

Nella Cappella degli Scrovegni di Padova  di Giotto,  l’Asino ha un ruolo di rilievo anche nel ciclo della vita di Gesù, ne “L’ingresso di Cristo a Gerusalemme”:

Do       Mi-7      La-7       Do

Quando furono vicini a Gerusalemme

Fa        Sol       Do     Sol

Gesù mandò due discepoli

Do          Mi-7           La-7

Andate nel villaggio troverete

DO

un puledro

Fa               Sol       Do  Sol

Slegatelo e conducetelo a me

I due discepoli fecero come aveva ordinato

Condussero il puledro

Misero i mantelli

su di esso e Gesù si pose a sedere

La folla che andava innanzi

E quella che veniva

gridava così

Rit.: Do        Fa         Do

Osanna al Figlio di Davide

Osanna nel più alto dei cieli

Re-7                        Do

Benedetto colui che viene

Sol

nel nome del Signore

(2volte)

24 marzo 2015

IL PROFETA DI JAHVE’

Filed under: Senza Categoria — giacomo.campanile @ 17:20

TESTO E MUSICA DI FRANCESCO FORTUNATO
Mi-         Do        Re           Soi
Prima di formarti nel seno dl tua madre
La-        Sol
Io ti conobbi
Mi-        Do        Re            Sol
La mia parola alle genti annunzierai
La-         Sol
Sarai mio profeta
La- Si-     Sol
Rit.: Tu mi hai sedotto,
La-         Si-     Sol
io mi son lasciato amare
La-        Fa-
Mi hai afferrato
Mi-                Si-
sei stato il più forte
La-          Re      Sol
Mi hai baciato il cuor
Come il vasaio lavora la creta
Con le sue mani
Tu, o Signore, hai plasmato il mio cuore
Con il tuo amore
Rit.
Nel mio cammino mi prendi per mano
Tu mi sei vicino

la tua luce rischiara la notte
è tua la mia vita

LA SAPIENZA

Filed under: Senza Categoria — giacomo.campanile @ 17:17

TESTO MUSICA DI GIACOMO CAMPANILE

La 7+    Fads-    Re7+       Si-7/4
La sapienza è radiosa
La 7+    Fads-    Re7+       Si-
Contemplata da chi l’ama
È saggezza la sapienza
Desiderio di conoscenza
La7+      Re7+ Sol7+   Dods7/9b
Rit. La sapienza è potenza di Dio
La7+    Re7+      Sol+   Si-7
È uno specchio di luce infinita
Tutto rinnova la sapienza
Più bella del sole è la sua gloria
E’ amante degli uomini la sapienza
Forma amici del Dio vivente.
Rit.
La sapienza è compagna della mia vita
Mi sostiene con il suo amore
È conforto nel dolore
Gioia piena per chi crede.

INNO DI GIUBILO

Filed under: Senza Categoria — giacomo.campanile @ 17:14

In quello stesso istante, Gesù esultò
nello Spirito Santo e disse:
“Io ti rendo lode o Padre, Signore del cielo e della terra,
Perché hai rivelato queste cose ai piccoli e le hai nascoste ai sapienti”
Rit. Io ti rendo lode o Padre, Signore del cielo e della terra,
Perché hai rivelato queste cose ai piccoli.
Tutto mi è stato dato dal Padre mio
Nessuno conosce il Figlio se non il Padre
Nessuno conosce il Padre se non il Figlio
E colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.

DAL PROFONDO. SALMO 130

Filed under: Senza Categoria — giacomo.campanile @ 17:10

TESTO MUSICA DI GIACOMO CAMPANILE

La-7                    la-4/6
Dal profondo a te grido
o Signore
Re-7       Mi-7               La-7
Se consideri le colpe  Signore
Chi potrà mai sussistere
Fa7+           Do+       Sol+
Ma presso te Signor
Troveremo l’amore
Io spero nel Signore
Egli è l’amore
L’anima mia attende il Signore
Come le sentinelle l’aurora
Israele attenda il Signore
Presso di Lui la misericordia

SPERI ISRAEL

Filed under: Senza Categoria — giacomo.campanile @ 17:05

Fa+
Signore non si  innorgoglisce il mio cuore
Do-7
Non si leva con superbia
il mio sguardo
Re-7
Non vado in cerca
di cose grandi
Dods-7        Do7/9b
Superiori alle mie forze
Io sono tranquillo e sereno come bimbo svezzato
in braccio a sua madre
Come bimbo svezzato
è l’anima mia
Fa+  Sol-7 (2°) La-7(3°)
Speri Israele nel Signore
Speri Israele nel Signore
La-7  Lab-7   Sol-7
Speri Israele nel Signore
Ora e sempre


Mia forza e mio canto è il Signore

Filed under: Senza Categoria — giacomo.campanile @ 16:57

TESTO E MUSICA GIACOMO CAMPANILE

Rit. Mia forza e mio canto è il Signore

Egli è stato la mia salvezza

Alleluia (4 volte)

Nell’angoscia ho gridato al Signore

Mi ha risposto e mi ha tratto in salvo

Il Signore è con me non ho timore

Che cosa potrà farmi l’uomo

Rit.

E’ meglio rifugiarsi nel Signore

Che confidare nell’uomo

E’ meglio rifugiarsi nel Signore

Che confidare nei potenti

Rit.

Il Signore mi ha provato duramente

Ma non mi ha consegnato alla morte

Dona Signore la tua salvezza

Dona Signore la tua vittoria

Rit.

Sei tu il mio Dio e ti rendo grazie

Sei il mio Dio e ti esalto

Celebrate il Signore perché è buono

Eterna è la sua misericordia

GETSEMANI.DAL VANGELO DI LUCA 22,26-46. LEZIONE MARZO 2015

Filed under: LEZIONI 2014-15,Senza Categoria — giacomo.campanile @ 12:25

gesùlode getzemanilode

Il Getsemani (parola aramaica che significa frantoio) è un piccolo oliveto poco fuori la città vecchia di Gerusalemme sul Monte degli Ulivi, nel quale Gesù Cristo, secondo i Vangeli, si ritirò dopo l’Ultima Cena prima di essere tradito da Giuda e arrestato.

Il giardino del Getsemani a Gerusalemme.

Il luogo è noto anche come Orto degli ulivi.

CANTO PASQUALE DAL VANGELO DI LUCA 22,26-46

L’Orazione nell’orto è un dipinto, tempera su tavola (63×80 cm), di Andrea Mantegna, databile al 1455 circa e conservato nella National Gallery di Londra.

Il Bacio di Giuda (o Cattura di Cristo) è un affresco (200×185 cm) di Giotto, databile al 1303-1305 circa e facente parte del ciclo della Cappella degli Scrovegni a Padova.

Bacio di Giuda

18 marzo 2015

MASSIME MARZO 2015

Filed under: LA SCUOLA DELLA GIOIA,MASSIME — giacomo.campanile @ 21:21

    Amore è gioia.
    Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
    Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Gv 15
    La parola di Gesù illuminata la nostra vita…. Lode

    “Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane, di gente che ama gli alberi e riconosce il vento.
    Bisognerebbe stare all’aria aperta almeno due ore al giorno. Ascoltare gli anziani, lasciare che parlino della loro vita. Costruirsi delle piccole preghiere personali e usarle. Esprimere almeno una volta al giorno ammirazione per qualcuno. Dare attenzione a chi cade e aiutarlo a rialzarsi, chiunque sia. Leggere poesie ad alta voce. Far cantare chi ama cantare.
    In questo modo non saremo tanto soli come adesso, impareremo di nuovo a sentire la terra su cui poggiamo i piedi e a provare una sincera simpatia per tutte le creature del creato.” Franco Arminio – PAESOLOGO

    Giubilate, o cieli,
    rallégrati, o terra,
    gridate di gioia, o monti,
    perché il Signore consola il suo popolo
    e ha misericordia dei suoi poveri. Is 49.10. Lode e gioia

17 marzo 2015

GIUBILEI NELLA STORIA. LEZIONE MARZO 2015

Filed under: LEZIONI 2014-15,Senza Categoria — giacomo.campanile @ 08:38

Sono stati fino ad oggi 29 i giubilei. Solo Pio XI e Giovanni Paolo II ne hanno proclamati due durante il loro pontificato, uno ordinario e uno straordinario:

1300: Bonifacio VIII
1350: Clemente VI
1390: indetto da Urbano VI, presieduto da Bonifacio IX
1400: Bonifacio IX
1423: Martino V
1450: Niccolò V
1475: indetto da Paolo II, presieduto da Sisto IV
1500: Alessandro VI
1525: Clemente VII
1550: indetto da Paolo III, presieduto da Giulio III
1575: Gregorio XIII
1600: Clemente VIII
1625: Urbano VIII
1650: Innocenzo X
1675: Clemente X
1700: aperto da Innocenzo XII, concluso da Clemente XI
1725: Benedetto XIII
1750: Benedetto XIV
1775: indetto da Clemente XIV, presieduto da Pio VI
1825: Leone XII
1875: Pio IX
1900: Leone XIII
1925: Pio XI
1933: Pio XI
1950: Pio XII
1975: Paolo VI
1983: Giovanni Paolo II
2000: Giovanni Paolo II
2015: Francesco

Negli anni 1800 e 1850 non ci fu il giubileo per le circostanze politiche del tempo.

Il rito iniziale del giubileo è l’apertura della Porta Santa. Si tratta di una porta che viene aperta solo durante l’Anno Santo, mentre negli altri anni rimane murata. Hanno una Porta Santa le quattro basiliche maggiori di Roma: San Pietro, San Giovanni in Laterano, San Paolo fuori le mura e Santa Maria Maggiore. Il rito di aprire la Porta Santa esprime simbolicamente il concetto che, durante il Giubileo, è offerto ai fedeli un “percorso straordinario” verso la salvezza. Le Porte Sante delle altre basiliche verranno aperte successivamente all’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro.

Pagina successiva »
Powered by WordPress. Theme by H P Nadig