29 agosto 2012

Evagrio Pontico. La tristezza

Filed under: PADRI DELLA CHIESA — giacomo.campanile @ 20:16

Il monaco affetto dalla tristezza (1) non conosce il piacere spirituale: la tristezza È un abbattimento dell’anima e si forma dai pensieri dell’ira. Il desiderio di vendetta, infatti, È proprio dell’ira, l’insuccesso della vendetta genera la tristezza; la tristezza È la bocca del leone e facilmente divora colui che si rattrista. La tristezza È un verme del cuore e ma

ngia la madre che l’ha generato. Soffre la madre quando partorisce il figlio, ma, una volta sgravata, È libera dal dolore; la tristezza, invece, mentre È generata, provoca lunghe doglie e, sopravvivendo, dopo i travagli, non porta minori sofferenze. Il monaco triste non conosce la letizia spirituale, come colui che ha una forte febbre non avverte il sapore del miele. Il monaco triste non saprà muovere la mente verso la contemplazione né sgorga da lui una preghiera pura: la tristezza È un impedimento per ogni bene. Avere i piedi legati È un impedimento per la corsa, così la tristezza È un ostacolo per la contemplazione. Il prigioniero dei barbari È legato con catene e la tristezza lega colui che È prigioniero (2) delle passioni. In assenza di altre passioni la tristezza non ha forza come non ne ha un legame se manca chi lega. Colui che È avvinto dalla tristezza È vinto dalle passioni e come prova della sconfitta viene addotto il legame. Infatti la tristezza deriva dall’insuccesso del desiderio carnale (3) poiché il desiderio È congiunto a tutte le passioni. Chi vincerà il desiderio vincerà le passioni e il vincitore delle passioni non sarà sottomesso dalla tristezza. Il temperante non È rattristato dalla penuria di cibo, né il saggio quando raggiunge una folle dissolutezza, né il mansueto che tralascia la vendetta, né l’umile se È privato dell’onore degli uomini, né il generoso quando incorre in una perdita finanziaria: essi evitarono con forza, infatti, il desiderio di queste cose: come infatti colui che È ben corazzato respinge i colpi, così l’uomo privo di passioni non È ferito dalla tristezza.

Capitolo 12

Lo scudo È la sicurezza del soldato e le mura lo sono della città: più sicura di entrambi È per il monaco l’ap theia. E infatti spesso una freccia scagliata da un forte braccio trapassa lo scudo e la moltitudine dei nemici abbatte le mura mentre la tristezza non può prevalere sull’ap theia. Colui che domina le passioni signoreggerà sulla tristezza, mentre chi È vinto dal piacere non sfuggirà ai suoi legami(1). Colui che si rattrista facilmente e simula un’assenza di passioni È come l’ammalato che finge di essere sano; come la malattia si rivela dall’incarnato, la presenza di una passione È dimostrata dalla tristezza. Colui che ama il mondo sarà molto afflitto mentre coloro che disprezzano ciò che vi È in esso saranno allietati per sempre (2). L’avaro, ricevuto un danno, sarà atrocemente rattristato, mentre colui che disprezza le ricchezze sarà sempre indenne dalla tristezza (3). Chi brama la gloria, al sopraggiungere del disonore, sarà addolorato, mentre l’umile lo accoglierà come un compagno. La fornace purifica l’argento di bassa lega e la tristezza di fronte a Dio il cuore preda dell’errore; la continua fusione impoverisce il piombo e la tristezza per le cose del mondo sminuisce l’intelletto. La caligine indebolisce la forza degli occhi e la tristezza inebetisce la mente dedita alla contemplazione; la luce del sole non raggiunge gli abissi marini e la visione della luce non rischiara un cuore rattristato; dolce È per tutti gli uomini il sorgere del sole, ma anche di questo si dispiace l’anima triste; l’ittero toglie il senso del gusto come la tristezza che sottrae all’anima la capacità di percepire. Ma colui che disprezza i piaceri del mondo non sarà turbato dai cattivi pensieri della tristezza.

Antirrhetikos

GLI OTTO SPIRITI MALVAGI

25 agosto 2012

Laici corresponsabili dell’essere e dell’agire della Chiesa

Filed under: articoli — giacomo.campanile @ 19:50
immagineBenedetto XVI al forum internazionale dell’Azione CattolicaLa corresponsabilità esige un cambiamento di mentalità riguardante in particolare il ruolo dei laici nella Chiesa. Lo scrive il Papa in un messaggio inviato ai partecipanti al forum internazionale dell’Azione Cattlolica, in corso a Iasi in Romania. Benedetto XVI sottolinea la necessità che si «consolidi un laicato maturo e impegnato, capace di dare il proprio specifico contributo alla missione ecclesiale, nel rispetto dei ministeri e dei compiti che ciascuno ha nella vita della Chiesa e sempre in cordiale comunione con i Vescovi». Ciò significa che nel servire la Chiesa i laici devono assumere «il fine apostolico nella sua globalità», in un «equilibrio fecondo tra Chiesa universale e Chiesa locale», in spirito «di intima unione con il Successore di Pietro» e con quello stile che Benedetto XVI definisce di «operosa corresponsabilità» con i propri pastori. Un ruolo di fondamentale importanza, quello dei laici, soprattutto «in questa fase della storia» sottolinea il Pontefice, da interpretare «alla luce del magistero sociale della Chiesa» anche «per essere sempre più laboratorio di globalizzazione della solidarietà e della carità, per crescere, con tutta la Chiesa, nella corresponsabilità di offrire un futuro di speranza all’umanità, avendo il coraggio anche di formulare proposte esigenti». Il Papa, ricordando la «lunga e feconda storia» dell’Azione Cattolica scritta da «coraggiosi testimoni di Cristo», invita infine a rinnovare l’impegno «di camminare sulla via della santità, mantenendo un’intensa vita di preghiera, favorendo e rispettando percorsi personali di fede».

Fonte vaticana

IL PIANO DELL’ONU PER SPOPOLARE IL PIANETA: DOCUMENTI E CITAZIONI DIMOSTRANO LA TEORIA!

Filed under: ONU — giacomo.campanile @ 18:43

eutanasialode mortelode spopolazionelode onulode

E’ mia intenzione dare stralci da documenti, molti dei quali provengono dalle Nazioni Unite che provano che vi è un piano per spopolare questo pianeta. Fornirò anche citazioni da diverse persone e organizzazioni che dimostrano ulteriormente che questo piano è operativo. Prego che la guida del Signore Dio Onnipotente sia con me in questa ricerca per avvertire gli altri di questo oscuro complotto contro l’umanità.

http://www.free-italy.info/2011/11/il-piano-dellonu-per-spopolare-il.html?fb_action_ids=4496256012415&fb_action_types=og.recommends&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582

Tutte le cose scritte nel presente documento sono facilmente verificabili. Ciò può richiedere molto tempo e fatica, ma è stato richiesto un grande sforzo per rendere questo documento quanto più preciso mi fosse possibile.

Il piano per lo spopolamento si basa sul culto della natura, o culto di Gaia. Nella Genesi, Dio ha detto chiaramente ad Adamo ed Eva, e poi a Noè e la sua famiglia di andare avanti e moltiplicarsi per popolare la Terra. In nessun punto della Bibbia Dio revoca questo comandamento chiaramente enunciato. Quindi l’uomo sta tentando di sostituire il comando del Signore Dio in cielo: Il Creatore! Vi chiedo, chi ne sa di più sullo stato della Terra, il creato, o il Creatore?

La base per il piano di spopolamento è uno standard in possesso di tutti gli elitisti. Questo standard si chiama:

La dialettica hegeliana:

Problema – Reazione – Soluzione

Creare un Problema Causare una Reazione Offrire una Soluzione

Vi renderete esattamente conto di come hanno creato il problema, quanto sia impressionante come siano stati vincenti a creare una reazione così diffusa, ed in che modo abbiano offerto una soluzione: Una soluzione mortale.

Vi chiedo per favore di tentare di distribuire questo documento ovunque vi sia possibile. Il tempo scorre veloce ed in molti stanno per essere presi alla sprovvista. Pubblicizzando quanto segue, potreste essere in grado di impedire a qualcuno dolore e sofferenze inutili.

William Benton, assistente segretario di Stato americano presso l’UNESCO 1946: (UNESCO è l’Organizzazione delle Nazioni Unite per Educazione, Scienza e Cultura)

“Fino a quando un bambino respira l’aria avvelenata del nazionalismo, l’educazione delle menti nel mondo può produrre solo risultati precari. Come abbiamo sottolineato, è spesso la famiglia che infetta il bambino con il nazionalismo estremo. Le scuole pertanto utilizzano gli strumenti descritti in precedenza per combattere gli atteggiamenti di famiglia che favoriscono sciovinismo (nazionalismo) … noi dobbiamo attualmente riconoscere nel nazionalismo il maggior ostacolo per lo sviluppo della mentalità mondiale. Siamo all’inizio di un lungo processo di abbattimento dei muri della sovranità nazionale. L’ UNESCO deve esserne il pioniere. “(Sottolineatura mia in tutto)

Club di Roma, La Prima Grande Rivoluzione, 1991:

“Alla ricerca di un nuovo nemico che ci unisca, abbiamo tirato fuori l’idea che inquinamento, minaccia del riscaldamento globale, scarsità d’acqua, fame e cose simili avrebbero centrato l’obiettivo (questa è la prova assoluta che il riscaldamento globale causato dall’uomo è solo una bugia ) …. Ma nel designare questi come il nemico, cadiamo nella trappola di confondere i sintomi per le cause. Tutti questi pericoli sono causati dall’intervento umano, ed è solo attraverso un cambio di atteggiamenti e comportamenti che possono essere superati. Il vero nemico, allora, è l’umanità stessa “.

Mikhail Gorbachev:

“Dobbiamo parlare con maggiore chiarezza a proposito di sessualità, la contraccezione, l’ aborto, riguardo valori che contrllino la popolazione, perché la crisi ecologica, in breve, è la crisi della popolazione. Tagliamo la popolazione del 90% e non saranno rimaste abbastanza persone che causino grandi quantità di danni ecologici “.

Aldous Huxley, Mondo Nuovo 1946:

Non esiste, ben inteso, nessuna ragione perchè i nuovi totalitarismi debbano somigliare ai vecchi. Il governo basato su manganelli e plotoni di esecuzione, carestie artificiali, imprigionamenti e deportazioni di massa, è non soltano disumano (cosa che, oggi come oggi, non preoccupa nessuno più di tanto), ma provatamente inefficiente. E questo, in un’era di tecnologia avanzata, è un peccato contro lo Spirito Santo.

Aldous Huxley, Lettura chiamata L’Esplosione Demografica (Population Explosion) 1959:

“… Chiediamoci quali sono le alternative concrete, visto che ci troviamo di fronte al problema della crescita demografica. Un’alternativa è quella di non fare nulla in particolare riguardo ciò e lasciare che le cose vadano avanti così … La domanda è: stiamo andando a ristabilire l’equilibrio in modo naturale, che è una maniera brutale e interamente anti-umana, o stiamo andando a ripristinarla in una maniera intelligente, razionale ed umana … Provate ad aumentare per quanto possibile la produzione e allo stesso tempo tentate di ristabilire l’equilibrio tra il tasso di natalità con mezzi meno raccapriccianti di quelli che vengono utilizzati dalla natura – da tecnologie intelligenti e metodi umani? … Ci sono delle difficoltà enormi nel modo di attuare qualsiasi politica di grande portata della limitazione della popolazione; mentre il controllo della morte è estremamente semplice in circostanze moderne, il controllo delle nascite è estremamente difficile. Il motivo è molto semplice: il controllo della morte – il controllo, per esempio, di malattie infettive – può essere realizzato da una manciata di esperti e da una forza lavoro alquanto piccola di persone non qualificate e richiede una spesa molto piccola di capitale “.

Barry Commoner, Fare la pace col pianeta:

“Ci sono state ‘proposte triage’, che avrebbero condannato a morte intere nazioni attraverso alcune specie di ‘negligenza benigna’ globale. Ci sono stati regimi che hanno costretto la gente a ridurre la loro fertilità, con mezzi fisici e legali che sono rimasti sinistramente non specificati. Ora ci viene detto che dobbiamo limitare anziché estendere i nostri sforzi per sfamare i popoli affamati del mondo. Come andrà a finire? ” Il segretario alla Difesa William S. Cohen, 28 aprile 1997, testimonianza davanti alla Commissione Congresso :” Ci sono dei rapporti, per esempio, che riferiscono di alcuni paesi che hanno cercato di costruire qualcosa di simile al virus Ebola, e che, per usare un eufemismo, sembrerebbe essere molto pericoloso. Alvin Toeffler ha scritto riguardo a questo, di alcuni scienziati che nei loro laboratori stanno cercando di individuare alcuni tipi di agenti patogeni che colpirebbero ceppi etnici specifici, in modo tale da eliminare alcune etnie e razze; altri stanno progettando attraverso una specie di ingegneria genetica, una sorta di insetti in grado di distruggere colture specifiche. Altri sono impegnati anche in una specie di terrorismo ecologico in base al quale si possa alterare il clima, generare terremoti, eruzioni vulcaniche a distanza attraverso l’uso di onde elettromagnetiche.Esistono quindi molte menti ingegnose che sono al lavoro che cercano il modo di provocare terrore contro altre nazioni. E’ reale, questo è il motivo per cui dobbiamo intensificare i nostri sforzi, ed è per questo che è così importante “.

Jacques Cousteau Ambasciatore UNESCO 1991:

“Al fine di salvare il pianeta sarebbe necessario uccidere 350.000 persone al giorno.”

Jacques Cousteau, Popolazione: Punti di vista opposti:

Se vogliamo che il nostro sforzo precario abbia successo, dobbiamo convincere tutti gli esseri umani a partecipare alla nostra avventura, e dobbiamo trovare urgentemente soluzioni per contenere l’esplosione demografica che ha una diretta influenza sull’ impoverimento delle comunità svantaggiate. In caso contrario, un risentimento generalizzato genererà odio, ed il più brutto genocidio che si possa immaginare, che coinvolgerà miliardi di persone, sarà inevitabile “.

“La crescita demografica incontrollata e la povertà non devono essere combattute dall’interno, dall’Europa, dal Nord America, o qualunque nazione o gruppo di nazioni, ma deve essere attaccato dall’esterno – da organismi internazionali supportati in questo lavoro formidabile da organizzazioni competenti e totalmente non governative “.

Bertrand Russell, L’Impatto della Scienza sulla Società (The Impact Of Science On Society) 1953

Non pretendo di dire che il controllo delle nascite sia il solo mezzo per impedire ad una popolazione di aumentare. Ce ne sono altri… la guerra è piuttosto deludente a riguardo, ma una guerra batteriologica potrebbe rivelarsi efficace. Se una peste potesse propagarsi nel mondo ad ogni generazione, i sopravvissuti potrebbero procreare liberamente senza riempire troppo il mondo.. Lo stato delle cose potrebbe essere un po ‘sgradevole, ma che importa? Le persone veramente nobili sono indifferenti alla felicità, soprattutto a quella di altre persone … Ci sono tre modi di garantire una società che voglia essere stabile per quanto riguarda la popolazione. Il primo è quello del controllo delle nascite, il secondo quello dell’infanticidio o con guerre realmente distruttive, e il terzo attraverso una povertà generale, fatta eccezione per una potente minoranza … ”

Henry Kissinger, 1978:

La politica degli USA nei confronti del Terzo Mondo dovrebbe essere di spopolamento.

David Rockefeller, 2000:

Siamo sull’orlo di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la “giusta crisi” globale e le nazioni accetteranno il “Nuovo Ordine Mondiale”.

David Rockefeller: Memorie 2002 Fondatore del CFR (Memoirs):

Noi controlliamo le istituzioni politiche e economiche americane. Alcuni credono che facciamo parte di una cabala segreta che manovra contro gli interessi degli Stati Uniti, definendo me e la mia famiglia come ‘internazionalisti’ e di cospirare con altri nel mondo per costruire una struttura politica ed economica integrate – un nuovo mondo, se volete. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole, e sono orgoglioso di esserlo”.

David Rockefeller, Co-fondatore della Commissione Trilaterale:

Siamo grati al Washington Post, al New York Times, al Time magazine, e ad altre grandi pubblicazioni i cui direttori hanno partecipato ai nostri incontri e hanno rispettato le loro promesse di discrezione per quasi quarant’anni. Sarebbe stato impossibile per noi, sviluppare il nostro progetto per il mondo se fossimo stati esposti alle luci della pubblicità nel corso di questi anni. Ma il mondo è adesso più sofisticato e pronto a marciare verso un governo mondiale che non conoscerà mai più la guerra, ma solo la pace e la prosperità per l’intera umanità. La sovranità sovranazionale di una élite intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente preferibile all’autodeterminazione nazionale esercitata nei secoli passati.

Thomas Ferguson, Funzionario del Caso Latino-Americano per l’Ufficio del Dipartimento di Stato per gli Affari sulla Popolazione(OPA) (fondato da Henry Kissinger nel 1975):

C’è un unico tema dietro ogni nostro lavoro – dobbiamo ridurre il livello della popolazione. O essi [i governi] utilizzano i nostri metodi, attraverso strategie piacevolmente pulite o riceveranno lo stesso tipo di disordine che abbiamo in El Salvador, o in Iran o a Beirut. La popolazione è un problema politico. Una volta che la popolazione è fuori controllo si richiede un governo autoritario, anche il fascismo, per ridurla. “I professionisti”, ha detto Ferguson, “non sono interessati a ridurre la popolazione per motivi umanitari. Questo ci suona bene. Puntiamo alle risorse ed ai vincoli ambientali. Puntiamo alle nostre esigenze strategiche, e diciamo che questo paese deve ridurre la sua popolazione, altrimenti avremo problemi.

“Il dado è tratto. El Salvador è un esempio in cui la nostra incapacità di ridurre la popolazione in modo semplice ha creato le basi per una crisi della sicurezza nazionale. Il governo di El Salvador ha omesso di utilizzare i nostri programmi per ridurre la sua popolazione. Ora per questo avranno una guerra civile …. Ci saranno disordini e scarsità di cibo. C’è ancora troppa gente lì. “(1981)

Segretario della Difesa William S. Cohen, April 28, 1997; Testimonanza davanti alla Commissione Congressuale:

Forme avanzate di guerra biologica in grado di colpire specifici genotipi possono trasformare la guerra biologica da un regno del terrore a uno strumento politicamente utile.

Sir Julian Huxley, UNESCO: suoi Scopi e la sua Filosofia:

L’unificazione politica in una qualche sorta di governo mondiale sarà necessaria … Così come si crede che una politica eugenetica radicale sarà per molti anni politicamente e psicologicamente impossibile, sarà importante per l’ UNESCO fare in modo che la questione eugenetica sia esaminata con la massima cura, e che l’ opinione pubblica sia informata delle questioni in gioco, affinché ciò che oggi è inimmaginabile possa alla fine diventare immaginabile.” Agli inizi degli anni ’50, l’ex comunista Joseph Z. Kornfeder espresse l’opinione che l’UNESCO fosse paragonabile al dipartimento di agitazione e propaganda del Partito Comunista. Egli ha dichiarato che un tale apparato di partito “si occupa della strategia e del metodo per arrivare alla mente del pubblico, giovani e vecchi.” Huxley condirebbe l’agenzia con una serie variegata di comunisti e compagni di viaggio.

ll presidente Richard Nixon riteneva che l’aborto fosse necessario come forma di eugenetica, per evitare le nascite interraziali.

Theodore Roosevelt a Charles B. Davenport, 3 Gennaio 1913, Charles B. Davenport Papers, Dipartimento della Genetica, Cold Spring Harbor, N.Y.:

Spero ardentemente che agli uomini disonesti venga impedito del tutto di procreare e che ciò avvenga non appena la cattiva natura di questa gente sia sufficientemente provata. I criminali dovrebbero essere sterilizzati e ai malati di mente dovrebbe essere vietato avere dei figli, è importante che solo la brava gente si perpetui.

Theodore Roosevelt:

La società non ci guadagna alcunché permettendo che i criminali si riproducano… ogni gruppo di agricoltori, che non ha permesso ai loro stock di riprodursi, e ha lasciato che tutto l’incremento provenisse dallo stock peggiore, sarebbe stato trattato come inquilini adatti ad una prigione …. Un giorno ci renderemo conto che il primo dovere, il dovere irrinunciabile di buoni cittadini del tipo giusto è quello di lasciare il proprio sangue dietro di sé nel mondo; e che non abbiamo alcun affare per consentire la perpetuazione di cittadini di tipo errato . Il grande problema della civiltà è quello di garantire un aumento relativo del prezioso rispetto a elementi meno preziosi o nocivi nella popolazione … Il problema non può essere affrontato a meno che non si dia la massima considerazione all’enorme influenza dell’eredità …

Carl Teichrib:

La Georgia Guidestones, un enorme monumento di granito piantato nella campagna della Georgia, contiene un elenco di dieci nuovi comandamenti per i cittadini della Terra. Il primo comandamento, quello che riguarda questo articolo, semplicemente afferma, “Mantenere l’umanità sotto le 500.000.000 unità, in perenne equilibrio con la natura.”

Robert Walker, ex presidente della PepsiCola and Procter & Gamble riguardo all’acqua:

L’acqua è un dono della natura. La sua distribuzione non lo è. Essa deve avere un prezzo per assicurarsi che venga utilizzata in modo sostenibile.

Ted Turner rende la dichiarazione radicale che, “una popolazione totale di 250-300 milioni di persone, con un calo del 95% rispetto ai livelli attuali, sarebbe l’ideale”

Margaret Sanger (fondatrice di Planned Parenthood, fondata dai Rockefellers) ha affermato nel suo “The American Baby Code”, con l’intento che diventi legge:

“La cosa più misericordiosa che una famiglia fa per uno dei suoi bambini è di ucciderlo.”

Questa è la donna (Margaret Sanger) alla quale Hillary Clinton ha dichiarato pubblicamente di ispirarsi, durante i dibattiti presidenziali del 2008.

Ecco un breve elenco di alcuni sostenitori dell’eugenetica: Alexander Graham Bell, George Bernard Shaw, H. G. Wells, Sidney Webb, William Beveridge, John Maynard Keynes, Margaret Sanger, Marie Stopes, Woodrow Wilson, Theodore Roosevelt, Emile Zola, John Maynard Keynes, John Harvey Kellogg, Winston Churchill, Linus Pauling, Sidney Webb, Sir Francis Galton, Charles B. Davenport Futurist Barbara Marx Hubbard (che voleva creare un Dipartimento per la Pace).

Nell’intero spettro della natura umana, un quarto è votata a prevalere … Un quarto è pronta a scegliere così, a seguire l’esempio degli altri, … Un quarto è resistente ad emergere. Non sono attratti da una vita in continua evoluzione. Un quarto è distruttivo. Sono nati arrabbiati con Dio … Sono semi difettosi … Ci sono sempre stati i semi difettosi. In passato sono stati autorizzati a morire di ‘morte naturale’ … noi, gli anziani, abbiamo pazientemente aspettato fino all’ultimo momento prima della trasformazione quantistica, di intervenire per annientare questo elemento corrotto e corruttore nel corpo dell’umanità. E’ come guardare un cancro crescere … Ora, avvicinandoci alla svolta epocale da un essere umano ad un essere umano co-creativo, l’Uomo, erede di poteri simili a Dio, deve eliminare quel quarto di umanità dal corpo sociale.

Non abbiamo scelta, miei cari. Fortunatamente voi, miei cari, non siete responsabili di questo atto.

Noi lo siamo. Abbiamo il compito del processo di selezione di Dio che riguarda il pianeta Terra. Lui seleziona, noi distruggiamo. Noi siamo i cavalieri del cavallo pallido, la Morte. Siamo venuti a portare la morte a coloro che non sono in grado di conoscere Dio … i cavalieri del cavallo pallido sono in procinto di passare in mezzo a voi. I Terribili Mietitori, sapranno separare il grano dal loglio. E’ questo il periodo più doloroso della storia dell’umanità … ”

Alexander Haig viene citato in riferimento al Dipartimento di Stato Americano degli affari demografici, che è stato istituito da Henry Kissinger nel 1975. Il nome è stato successivamente cambiato in Ufficio degli Oceani, Ambientalismo Internazionale e degli Affari scientifici.

“Di conseguenza, l’Ufficio degli Oceani, Affari Ambientali e scientifici internazionali, ha costantemente bloccato le politiche di industrializzazione nel Terzo Mondo, negando l’accesso alle nazioni in via di sviluppo alla tecnologia per l’energia nucleare, politiche che avrebbero garantito alle nazioni di sostenere la crescita di popolazione. Secondo le fonti del Dipartimento di Stato e lo stesso Ferguson, Alexander Haig è un forte sostenitore del controllo della popolazione.”

Anche se le citazioni riportate qui sopra dovrebbero essere sufficienti a dimostrare che l’élite al potere ha il preciso intento di spopolare questo pianeta a quello che ritengono essere un livello sostenibile, alcuni sostengono che queste sono solo opinioni e non hanno alcun effetto reale. Passo ora a fornire pezzi di documentazione che dimostrino che questo è un piano che ha una portata di influenza mondiale.

La maggior parte di questi documenti sono vecchi di almeno 10 anni, alcuni altri ancora di più. Questo tuttavia, non deve distogliere dalla gravità del loro contenuto. Non pensiate non siano validi a causa della loro età. Ci vuole tempo per attuare piani su una così grande scala. Ma, se sarete onesti con voi stessi, potrete notare scorci di queste cose accadere oggigiorno.

Ora andrò a parlare di alcuni problemi derivanti dal trattato delle Nazioni Unite sulla diversità biologica (Agenda 21), che Bill Clinton ha trasformato in legge nel 1993, prima che fosse inviato al Senato degli Stati Uniti per la ratifica.

EPA Internal Working Document Ecosystem Management:

Il ramo esecutivo dovrebbe dirigere le agenzie federali per valutare le politiche nazionali …. alla luce delle politiche e degli obblighi internazionali, e di modificare le politiche nazionali per raggiungere gli obiettivi internazionali. ”

“In altre parole, i nostri burocrati federali scrivono la legge di diritto degli Stati Uniti, indipendenti del Congresso che ha l’autorità costituzionale per farlo. Stanno cambiando i regolamenti e creando leggi dal nulla “.

“Non stanno più lavorando per il popolo degli Stati Uniti. Stanno lavorando per la comunità internazionale. Ci sono così tanti trattati redatti che hanno (di fatto) legato agli Stati Uniti. Considerando che alcuni dei trattati non erano un problema, l’abbondanza (100′s) di loro hanno ormai preso il controllo su tutte le nostre vite” -Michael Coffman

Trattato ONU sulla Valutazione della Biodiversità e sulla Cultura Auspicabile:

“… Le società tradizionali hanno considerato alcuni siti come sacri, dove la maggior parte delle attività umane sono vietate”.

Questo è il cuore della Convenzione sulla biodiversità. Bloccare fino a quasi il 50% della superficie terrestre degli Stati Uniti è la loro idea di proteggere la diversità biologica.” -Michael Coffman

Trattato ONU sulla Biodiversità e uso dei Fertilizzanti Non Sostenibili:

Che i fertilizzanti abbiano svolto un ruolo essenziale nella produzione dei raccolti nel mondo, è pacifico. Si stima che, se l’uso di fertilizzanti cessasse, i raccolti del mondo sarebbero tagliati quasi a metà. Tuttavia, il lato negativo della equazione è che i nitrati provenienti dai fertilizzanti infiltrati nelle falde acquifere sotterranee e sono seriamente coinvolti nel eutrofizzazione dei laghi, dei fiumi e gli ecosistemi costieri, spesso causando cambiamenti drastici nella flora e della fauna “.

“Sono disposti a fare una scelta che ridurrà l’offerta mondiale di cibo della metà, o più, in quanto probabilmente ridurranno l’uso dei pesticidi sapendo bene quante persone moriranno”. -Michael Coffman

Valutazione della Biodiversità ONU sulla Sostenibilità della Popolazione Umana; Senato USA 9 Settembre 1994:

Una stima ragionevole per la società del mondo industrializzato per lo standard della qualità della vita attuale del Nord America dovrebbe essere un miliardo di persone. Questo traguardo dovrebbe essere raggiunto entro 30-50 anni, due terzi della popolazione deve essere tagliato.

L’ONU dice che il diritto alla proprietà non è assoluto e immutabile, ma c’è per la convenienza di qualsiasi cosa voglia fare il governo.” – Michael Coffman

A nessuno appartiene la biodiversità, perciò tutto ciò che facciamo incide sulla biodiversità. I diritti sulla proprietà diventano insensati. Al summit di Rio De Janeiro è stato deciso che il Global Enviromental Facility diventerà il depositario di tutti i diritti sulla proprietà. – Michael Coffman

Valutazione della Biodiversità Sguardo Mondiale sulla Civilizzazione Occidentale Sezione 12.2.3, Pag. 835:

La visione del mondo occidentale è caratterizzata da società su larga scala, fortemente dipendenti da risorse spostate lungo distanze considerevoli. E’ una visione del mondo che è caratterizzata dalla negazione dei sacri attributi della natura.. che è andato consolidandosi circa 2000 anni fa con le tradizioni religiose Giudaiche, Cristiane e Islamiche.

Questo trattato considera le rocce esseri viventi sullo stesso piano degli esseri umani. Molti credono che le rocce si reincarnno in forme di vita inferiori, e progressivamente in esseri umani.

Ufficio della gestione della Terra Documento Lavori Interni

Dimensioni Umane della Gestione dell’Ecosistema Obiettivo/Scopo:

“Tutte le attività di gestione degli ecosistemi dovrebbero considerare gli esseri umani come risorse biologiche …” (Reminescenza di Soylent Green)

Questo documento è stato portato davanti al Congresso. Questa affermazione ha creato un tale clamore che è stato rimosso. Indipendentemente dalla sua rimozione, serve ancora a dimostrare la mentalità di queste persone, e solo perché questo è stato rimosso da un documento non significa che sia stato rimosso dai pensieri e degli obiettivi prefissati da coloro che lo hanno scritto, oppure da coloro i quali ci credono.

“Se l’élite avesse la gestione degli ecosistemi, l’uomo non avrebbe più valore di una roccia.” – Michael Coffman

Valutazione della Biodiversità ONU sulla Sostenibilità della Popolazione Umana:

“La crescita della popolazione ha superato la capacità della biosfera” (vale a dire la terra) “Si stima che un ‘mondo agricolo’ in cui la maggior parte degli esseri umani sono i contadini dovrebbero essere in grado di sostenere dai 5 ai 7 miliardi di persone.”

Ora mi sembra sia un momento opportuno per parlare di altre aree del governo, nonché delle organizzazioni private che vorrebbe vedere la diminuzione della popolazione del mondo ad una velocità incredibile (fino al 90%). Questa è una buia, sanguinosa agenda che causa privazione e dolore terribile a milioni di persone.

WWF (World Wildlife Fund), World Resources Institute International Union for the Conservation of Nature (IUCN):

La IUCN comprende l’EPA, US Fish & Wildlife Service, il National Park Service, gli Stati Uniti Forest Service, Sierra Club, il Nature Conservancy, la National Wildlife Fund, la National Audubon Society, National Resources Defense Council, l’UNESCO, la Difesa Ambientale Fondo, il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, ecc

IUCN 1992 Clausola su Ambiente e Sviluppo:

“Alla fine una rete di zone selvagge avrebbe dominato una regione, e quindi essa costituirà la matrice, con abitazioni umane nelle isole. La restante metà degli Stati Uniti sarebbe stata utilizzata come zona cuscinetto “.

“La notte prima della ratifica di questo trattato, il senatore Mitchell l’ha ritirato dal calendario e non è mai stato votato. Ci sono voluti quattro uomini, devoti a Dio, per bloccare questo trattato. Il Trattato è ancora in attesa dietro le quinte. All’atto della ratifica, gli Stati Uniti non avranno alcuna possibilità di proteggere i propri cittadini. “Michael Coffman

Henry Kissinger aveva un piano simile, di usare il cibo come arma nel 1974, come si trova nel National Security Study Memorandum 200: Implications of Worldwide Population Growth for US Security and Overseas Interests, che è stato adottato come politica ufficiale dall’ allora presidente Gerald Ford nel novembre del 1975. Questo Memorandum delineò un piano segreto per ridurre la crescita della popolazione nei paesi meno sviluppati per mezzo di controllo delle nascite, e implicitamente, guerre e carestie. Brent Scowcroft, che aveva allora sostituito Kissinger come National Security Advisor, (lo stesso posto che Scowcroft terrà sotto l’amministrazione Bush), è stato messo a capo della realizzazione del piano. Al Direttore della Cia George H.W. Bush è stato ordinato di assistere Scowcroft, come lo erano i Segretari di Stato, del Tesoro, della Difesa e l’agricoltura.

Questo documento non è mai stato abbandonato, solo alcune parti sono state modificate, lasciando inalterato il senso fondamentale del controllo della popolazione da parte del governo degli Stati Uniti.

I maggiori responsabili della formulazione di questo documento sono i seguenti:

Henry Kissinger, Richard Nixon, Margaret Sanger, Paul Ehrlich, Werner Fornos, Timothy Wirth, The United Nations Population Fund, The United States Agency for International Development, Planned Parenthood Federation of America, International Planned Parenthood Federation, The Club of Rome, UNICEF, WHO, United Nations World Bank

Il documento può essere letto qui nella sua interezza, insieme con le altre organizzazioni e individui complici di questo abominio:

Si noti che anche Adolph Hitler ha utilizzato il cibo come arma, affermando che il cibo è “uno strumento bellissimo … per le manovrare e disciplinare le masse.” Il cibo è stato usato come arma di guerra per secoli. Perché, allora, sarebbe scandaloso per l’élite utilizzare il cibo come arma, sia fisica sia psicologica, in una guerra dichiarata alla sovrappopolazione? Non sarebbe affatto scandaloso. Come è stato detto più volte, la storia si ripete.

Ora ci occuperemo della Carta della Terra.

The Earth Charter; Una religione globale radicale, creato da Mikhail Gorbachev and Michael Strong:

“L’iniziativa della Carta della Terra riflette la convinzione che un cambiamento radicale di atteggiamento e di valori dell’umanità sia essenziale per raggiungere obiettivi sociali, economici e di benessere ecologico nel 21° secolo … la Commissione prevede di rilasciare una versione definitiva della Carta sotto forma di trattato popolare a partire dalla metà del 1998. La Carta sarà presentata all’Assemblea Generale dell’ONU nel 2000 … (dove sarà) fornendo un documento molto forte che rifletta l’emergente nuova etica globale. “Questo è un documento senza precedenti… il primo componente di una governance globale autentica. Stiamo lavorando per il dialogo e la pace. Stiamo dimostrando la nostra capacità di esercitare il controllo sul nostro destino in uno spirito di solidarietà per organizzare la nostra sovranità collettiva su questo pianeta, il nostro patrimonio comune “.

Al popolo americano non è stato permesso di vedere questo documento. Gli americani non vogliono le Nazioni Unite a capo di un governo mondiale. L’unica cosa che la maggior parte delle persone vuole veramente, al di sopra tutto il resto, è la loro libertà. O l’apparenza della libertà che abbiamo lasciato devo dire.

In occasione del Vertice della Terra di Rio de Janeiro, il Consiglio Presidenziale per lo sviluppo sostenibile nel 1996 è giunto alla conclusione che la popolazione umana del mondo non dovrebbe superare i 500 milioni di persone. Si tratta di una riduzione del 93% della popolazione!

Secondo il video delle Nazioni Unite, “Armati fino ai denti”, e anche nella regolamentazione Freedom From War – messe in vigore da JFK nel 1961- il disarmo generale e completo e la potenza militare americana è stata data, in pieno, alle Nazioni Unite. Questa è una perdita di sovranità per l’America. (articolo : http://www.scribd.com/doc/5009662/Freedom-From-War)

The Earth Charter (1992), Una Visione Spirituale :

“Un consenso ha determinato che la Carta della Terra debba essere … l’articolazione di una visione spirituale che rifletta i valori spirituali universali, che comprendano i valori etici senza però limitarsi a essi… una Carta di un popolo che serva come codice universale di condotta per i cittadini, gli educatori , dirigenti d’azienda, scienziati, leader religiosi, gli organizzatori di agenzie non-governative e consigli nazionali di sviluppo sostenibile, e una dichiarazione di principi che possano servire per le basi di una tassa “soft”, quando approvato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. ”

Nella sua forma originale, La Carta della Terra ha miseramente fallito a causa del palese approccio panteista. Gorbaciov e Strong hanno lavorato diligentemente per cambiare il linguaggio e farlo apparire meno evidente. Ci si potrebbe chiedere che cosa la Carta della Terra abbia a che fare con lo spopolamento. Essa ha a che fare con esso. Ecco un breve riassunto di ciò che la Carta vale per noi:

* “Riconoscere che tutti gli esseri viventi sono interdipendenti e che ogni forma di vita ha valore …” (bambini non ancora nati, ovviamente, non sono inclusi nella definizione delle Nazioni Unite di “ogni forma di vita.” Il secondo documento dell’Earth Summit continua a sostenere le politiche delle Nazioni Unite pro-aborto)

* “Affermare la fede nella dignità di tutti gli esseri umani.” (le Agenzie delle Nazioni Unite, tuttavia, sostengono le politiche di eutanasia per coloro che sono dichiarati non in grado di vivere una vita di qualità.)

* “Adottare a tutti i livelli piani di sviluppo e regolamentazioni sostenibili ” (Questa è una ricetta per il socialismo a livello mondiale in un super-stato regolamentato a livello mondiale.)

* “Prevenire l’inquinamento di qualsiasi parte dell’ambiente …” (forzare questo significherebbe fermare praticamente tutte le attività umane.)

* “Internalizzare i costi ambientali e sociali di beni e servizi nel prezzo di vendita.” (Questa frase apparentemente innocua consente allo Stato di regolare prezzo, tasse e tutta la produzione e il consumo di beni)

* “Garantire l’accesso universale ai servizi sanitari che promuova la salute riproduttiva e la riproduzione responsabile. (Questo è un invito subdolo, che include l’aborto e il controllo della popolazione.)

* “Eliminare le discriminazioni in tutte le sue forme, come quella basata sulla razza … [e] l’orientamento sessuale.” (Questa disposizione è chiaramente intesa a criminalizzare coloro che si rifiutano di accettare l’omosessualità come positiva e buona.)

* “Promuovere un’equa distribuzione della ricchezza all’interno delle nazioni e tra le nazioni.

La Carta della Terra non è stata ratificata. Non fate l’errore di credere che non è stata intessuta nella nostra società, però! Viene insegnata nelle nostre scuole e promossa spudoratamente da Hollywood, le Nazioni Unite, NBC (di proprietà di GE), ABC, CBS, CNN, HLN e tutte le stazioni di proprietà Fox, con l’eccezione della Fox News, al fine di mantenere i sostenitori accecati dalle macchinazioni di Rupert Murdock. Non lasciatevi ingannare!

Il diritto di procreare liberamente ci verrà presto tolto, così come è stato in Cina per molti anni. Non solo non ci sarà consentito di avere figli, ma chi verrà catalogato come un mangiatore “inutile” (un termine coniato da Henry Kissinger), sarà soggetto a eutanasia: abbattuto senza pietà.

In Svezia, lo “Sterilization Act” del 1934 prevedeva la sterilizzazione volontaria di alcuni pazienti malati di mente. La legge è stata approvata, mentre il partito socialdemocratico svedese era al potere, anche se è stata sostenuta anche da tutti gli altri partiti politici in Parlamento all’epoca, così come dalla Chiesa luterana e da gran parte della professione medica. -Wikipedia

In America è prevista l’entrata in vigore del Codex Alimentarius (CA) il 31 dicembre 2009.

Il Codex Alimentarius ha il compito di regolamentare praticamente tutto ciò che viene messo in bocca, che non sia un farmaco. L’Organizzazione mondiale del commercio (OMC o WTO) ha accettato il Codex Alimentarius e ogni Paese che aderisce al WTO deve aderire al Codex Alimentarius. In ogni controversia tra 2 paesi, quello che aderisce al Codex vince automaticamente. Questo è piuttosto uno stimolo per tutte le nazioni ad aderirvi. – Rima Laibow

Le linee guida del Codex stabilite per vitamine e minerali sembrano essere facoltative, tuttavia, si prevede che diventino obbligatorie a partire dal 31 dicembre 2009.

Nel 1994, il Codex Alimentarius ha classificato delle sostanze nutritive come veleni: Vedere la Dietary Supplement Health Education Act (DSHEA). Eppure, il fluoro è accettabile! Perché? Perchè crea assoggettamento. Sostanze nutrienti corrette garantiranno una vita più lunga e sana. E ciò non è affatto in linea con il piano di spopolamento.

Tratto da Esoteric Agenda, un documentario di Ben Stewart:

Dunque, nel 1962 hanno detto che stavano lavorando all’implementazione mondiale del “Codice Alimentare” per il 31 dicembre del 2009. Il comitato del Codice Alimentare è amministrato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Organizzazione per l’Agricoltura e l’Alimentazione (FAO) le quali finanziano il “Codice” e lo rendono esecutivo per la richiesta dell’ONU.

Se osservate le statistiche secondo la OMS e la FAO, famose nella previsione delle epidemie, esse predicono che solamente la carenza di vitamine e minerali, da sole, quando si attuerà l’implementazione globale il 31 dicembre 2009, faranno un minimo di 3 miliardi di morti; un miliardo dovuto alla fame. Due miliardi moriranno per malattie prevenibili conseguenti la denutrizione.

Le Nazioni Unite hanno emesso dozzine di supposti documenti pubblici nei quali stanno invocando a una riduzione dell’80% della popolazione mondiale. Tanto è vero che, nella Conferenza mondiale della Donna celebrata a Pechino nel 1997 il direttore del programma alimentare dell’ONU disse: “siamo pronti a usare il cibo come arma contro le persone”

Secondo il Codex Alimentarius, il cibo sarà limitato e il consumo di acqua verrà ridotto a 10 galloni al giorno, per persona. L’americano medio utilizza 140 galloni d’acqua ogni giorno. I cibi forniti saranno geneticamente modificati e carente a livello nutritivo.

Come da Codex Alimentarius (CA) in data di attuazione del 31/12/09, in presenza di una carestia in tutto il mondo, sarà illegale inviare biscotti ad alta densità di nutrienti. O distribuirli!

Una volta che un paese aderisce al CA, lo stesso non potrà mai essere abrogato.

L’ adesione all’OMC priva le nazioni aderenti di qualsiasi sovranità. La Germania ora aderisce al CA.

Il Codex Alimentarius va di pari passo con l’Agenda 21 e il trattato di Kyoto. Il termine per l’attuazione sia Agenda 21 e il trattato di Kyoto è il 2012. “(Rima Laibow)

Agenda 21, fu generata al vertice di Rio del 1992. Agenda 21 (A 21), alias Smart Growth (Sviluppo Intelligente), regionalismo, Processi di visioning, piani d’azione, valori condivisi; 20/20, Best Practices; Festival Comunità & partenariati pubblico-privato.

Questi sono i nomi con i quali identificherete l’ A 21, le parole chiave.

Ogni contea deve istituire un Consiglio per controllare l’attuazione della A 21. A 21 è lo sviluppo sostenibile. Steven Rockefeller istituì la Carta della Terra, di cui sopra. La Carta della Terra è la nuova religione del Mondo Unificato: il culto della Terra. La Terra è considerata ‘sacra’, e la sua protezione è una ‘credenza sacra’. Responsabilità globale richiederà cambiamenti fondamentali nei valori, comportamenti e atteggiamenti di governo, settore privato e società civile.

Nell’ambito dello sviluppo sostenibile, l’uomo è considerato responsabile dell’inquinamento del pianeta ed è subordinato a tutte le altre creature viventi. Questa è una contraddizione con la Bibbia, dove Dio ha posto l’uomo in una posizione dominante su tutta la terra. L’élite si adopererà a servire la creatura piuttosto che il Creatore.

“L’agenda ambientale è un programma di culto spirituale con la terra alla sua radice. Come tali, le seguenti pratiche sono tutte considerate insostenibili: i combustibili fossili, concimi artificiali, i moderni sistemi di produzione agricola, l’acqua di irrigazione, erbicidi, pesticidi, terreni agricoli, pascoli, pascolo del bestiame, il consumismo, le abitudini alimentari, sale, zucchero, privato di proprietà, strade lastricate, dighe, serbatoi, attività di disboscamento, recinzioni dei pascoli “. – Joan Peros

“Ogni risorsa ambientale deve essere misurata. Ciò che è misurabile va gestito sotto il Progetto dell’ Analisi dell’Ecosistema del Millennio (Millenium Ecosystem Assessment Project)”. – Joan Peros

Tra le cose da considerarsi insostenibili, come citato prima, vi sono inclusi il Monoteismo e l’unità della famiglia. Il piano sulla salute del presidente Obama è in accordo con l’ A21. All’interno del piano sulla salute l’unità della famiglia è pesantemente minata. Ognuno al di sopra dei 65 anni d’età dovrà sottomettersi a “consulenze per la fine della vita” presso dei medici ogni 5 anni. La pratica abortiva verrà spinta al max specialmente con sterilizzanti voluti dai Signori della Scienza posti direttamente nelle nostre condutture idriche. Uno dei delegati dell’amministrazione di Obama ha dichiarato in un libro che un bambino potrebbe essere eliminato entro i 2 anni! Che genere di mostro potrebbe pensare che questa cosa sia accettabile?

Approssimativamente furono usati gli stessi termini per definire lo Sviluppo Sostenibile nella Costituzione Sovietica del 1997.

Il Rapporto di Dipendenza Familiare, sotto l’ONU, riguarderà ogni ambito familiare. Verrà calcolato quanto una famiglia produce in base a ciò che consuma (per es. risorse) attraverso le bollette dell’acqua e dell’energia elettrica. ecc. Consumi più di quanto produci? Stai apportando alla collettività o semplicemente togliendo agli altri? Questo è il sistema col quale i poteri determineranno se sei un cittadino produttivo o per drila come Henry Kissinger un “mangiatore a sbafo”.

Nel 1990 il Principe Carlo d’Inghilterra ha istituito il Forum dei Leader del Business del Principe del Galles, per riunire le 50-60 società più di spicco multinazionali e transnazionali che decidano i governi in tutto il mondo. E’ questa la vera definizione di Fascismo.

Qui mi devo fermare. Posso aggiungere solo questo al momento, vista la velocità con la quale le cose vanno avanti. Ma al il 31 Dicembre non è molto lontano, mancano solo 4 mesi. Dovevo dirlo. C’è poco tempo.

Se tutto ciò vi sembra onesto, per favore diffondetelo ovunque possiate. Speditelo via E-mail, sui blog, postatelo nei forum;

Fate ciò che dovreste fare. Le persone sono addormentate. Vanno risvegliate. I vaccini obbligatori sono dietro l’angolo.

Queste cose accadranno. Il nostro lavoro è di avvertire le persone. Vi chiedo per favore di metterle in guardia.

Approfondimenti

Articolo tratto da Ambientalismo di Razza sulle teorie eugenetiche

National Security Memorandum 200 – Italiano

Documentario Endgame (dalla parte 10 in poi)

Documentario Esoteric Agenda (dalla parte 6 in poi)

La Dottoressa Rima Laibow sul Codex Alimentarius

Articoli sull’ eugenetica

Articoli sulla riduzione della popolazione

Articoli sull’ ambientalismo

Articoli sul Club of Rome

Articoli sul Codex Alimentarius

Post-fazione…Salve, questa è una postfazione a quanto trovate sopra.

Avremmo dovuto mettere questa nota come prefazione, scusateci, ma ormai avevamo già diffuso questa traduzione su altri blog e forum e ci stanno arrivando sequele di insulti che ci danno dei cattolici o ultraconservatori.

E’ una traduzione, non è il nostro pensiero.

Va considerato che questi sono sia la visione che i commenti di Alex Jones, che come già ben saprete, è fortemente nazionalista e legato ad ambienti gesuiti americani.

Quindi certi commenti, non rispecchiano la visione del gruppo dei traduttori, ma fornisce al tempo stesso una visione alquanto realistica di quanto è nei piani dei vertici mondiali, dal momento che certe dichiarazioni, documentazioni, prese d’iniziative, se non quando leggi e norme sono incofutabilmente state prese e messe in atto.

Era doveroso specificare questo proprio per evitare inutili perdite di tempo da parte di chi volesse postare insulti a riguardo.

Se proprio dovete farlo, prendetevela con Alex Jones ed Infowars.

Saluti.

15 agosto 2012

Festa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria

Filed under: SANTI — giacomo.campanile @ 07:26
immagineSolennità dell’Assunzione della beata Vergine Maria, Madre di Dio e Signore nostro Gesù Cristo, che, completato il corso della sua vita terrena, fu assunta anima e corpo nella gloria celeste. Questa verità di fede ricevuta dalla tradizione della Chiesa fu solennemente definita dal papa Pio XII.

Maria non è un mito, né un’astrazione, come mostrano i tratti profondamente ebraici della sua personalità di donna nutrita della spiritualità dell’ascolto, che fa nella storia la grandezza del popolo ebraico: “Ascolta, Israele, il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno” (Dt 6,4). Maria non è un caso dell’universale, ma la «Virgo singularis», la donna irripetibile nella sua storicità unica, il concreto femminile della persona, che l’Eterno ha eletto per la rivelazione del Mistero, «benedetta fra tutte le donne», come è «benedetto il frutto del suo grembo», Gesù (cf. Lc 1,42).

Non si tratta di sviluppare un’«ontologia del femminile», partendo dalla figura di Maria: i rischi di astrattezza di una simile ricerca dell’«eterno femminino» (Goethe) sono stati giustamente denunciati dal pensiero femminista. Si tratta piuttosto di indagare il mistero racchiuso in ogni donna, e quindi reciprocamente in ogni essere umano, a partire dal «caso» assolutamente singolare, che è la «Vergine Madre, figlia del suo Figlio».

Il significato universale di Maria, insomma, sta o cade con la sua singolarità di donna concreta: quanto più questa singolarità femminile sarà colta, tanto più il suo valore di archetipo per la dimensione femminile dell’essere umano si lascerà percepire e il mistero in lei riposto si farà penetrare.

Proprio così, nel cuore dell’estate, la celebrazione dell’assunzione di Maria diventa un richiamo a rispettare la dignità di ogni donna, a valorizzarne il mistero, a umanizzare il mondo rendendolo più accogliente nell’irripetibilità di ciascuno e nella reciprocità delle relazioni di vita e d’amore, che fanno la storia di tutti.

È questo gioco di visibile concretezza e d’invisibile profondità, che fa parlare di Maria come di un’icona del Mistero: in lei si offre il duplice movimento, che ogni icona tende a trasmettere, la discesa e l’ascesa, l’antropologia di Dio e la teologia dell’uomo. In lei risplende l’elezione dell’Eterno e il libero consenso della fede in Lui.

Celebriamo oggi il mistero dell’Assunzione. Alla fine del suo passaggio sulla terra, la Madre del Redentore, preservata dal peccato e dalla corruzione, è stata elevata nella gloria in corpo e anima vicino a suo Figlio, nel cielo. La tomba vuota di Maria, immagine della tomba vuota di Gesù, significa e prelude alla vittoria totale del Dio della vita sulla morte, quando alla fine del mondo farà sorgere in vita eterna la morte corporale di ognuno di noi unita a quella di Cristo. L’Apocalisse ci mostra “un segno grandioso del cielo”: la Donna che ha il sole per mantello, e una corona di stelle. Invincibile con la grazia di Dio di fronte al nemico primordiale. “Figura e primizia della Chiesa”. Primizia nel dolore della maternità al servizio della Redenzione. Primizia nel destino della gloria.

L’mmagine è uno delle più belle rafigurazioni della Madonna Assunta. Pinturicchio, allievi, Assunzione, Chiesa s.Maria del Popolo, Cappella Basso della Rovere

http://www.vivereroma.org/index.php?page=articolo&articolo_id=367093

12 agosto 2012

4. Voi sarete il mio popolo

Filed under: Voi sarete il mio popolo — giacomo.campanile @ 11:49

Voi sarete il mio popolo. La chiesa alla luce del Vaticano II (Renzo Lavatori, Giacomo Campanile)

Il     vescovo Ignazio di Antiochia, nelle lettere scritte all’imperatore Traiano (110 circa) e dirette alle comunità dell minore (Efeso, Magnesia, Tralli, Filadelfia, Smirne), al vescovo Policarpo, alla chiesa di Roma dove Ignazio riceverà il martirio, approfondisce teologicamente la struttura della chiesa primitiva: al vertice sta l’episcopato monarchico, sotto di lui ci sono presbiteri e diaconi. Ignazio dà a questa struttura un fondamento teologico: essa è modellata sulla gerarchia celeste (il Padre, il Cristo, gli apostoli). Il sacramento viene interpretato in senso misterico, in quanto unisce il credente con Cristo e unifica la chiesa. Si può dire che Ignazio è teologo dell’unità della chiesa, la quale si concretizza nella per del vescovo ed è formata e plasmata nel mistero trinitario. Questa è l’unica realtà che la distingue da tutte le altre realtà sociali. Nella lettera indirizzata ai romani Ignazio riconosce un certo primato di questa chiesa che presiede nella carità. Egli usa diverse immagini le più originali, per spiegare il mistero della chiesa. Essa è come un  coro le cui voci si fondono all’unisono nell’inneggiare al Signore come pianta del Padre, come corpo di Cristo, edificio di Dio, ma da cui nessuno deve disertare. Per la prima volta in queste lettera appare il termine cattolica applicato alla chiesa. Altri scritti, come la Lettera di Barnaba, il Pastore di Erma, frammenti rimasti di Papia di Gerapoli e anche la Lettera a Diogneto sono una testimonianza eccezionale della coscienza che la chiesa va di se stessa, in quanto in questi scritti non solo si nota una forte concezione del messaggio evangelico, ma vi è contenuta una prima istananza storica, specie per quanto riguarda la teologia e la struttura della chiesa.

In effetti, la letteratura cristiana del lI sec., apologetica e antieretica, ha di mira l’unità della chiesa, la sua tradizione e la giustificane della dottrina cristiana vissuta nella chiesa.

Su queste medesime tematiche si ferma, con un’analisi critica approfondita, un geniale padre della chiesa, Ireneo di Lione (184+), giustamente definito il padre della dogmatica cattolica. Nel scritto Adversus haereses, nel libro III, sviluppa un’ecclesiologia attorno al principio della tradizione. Ireneo è fermamente persuaso l’insegnamento degli apostoli continua a vivere senza alteraziormando la tradizione quale fonte e norma della fede. Egli è sicuro che la successione apostolica, testimoniata dalla serie dei vescovi che dagli apostoli arriva fino a lui, è garanzia di verità. A conferma di questo discorso parla della chiesa di Roma, come della chiesa più grande e più antica, a tutti nota e fondata dagli apostoli Pietro e Paolo, con la quale, a motivo della sua più efficace supremazia, dovranno concordare tutte le altre (Adv. haeres. 3,3,3).

Renzo Lavatori – Giacomo Campanile
VOI SARETE
IL MIO POPOLO
La chiesa
alla luce del Vaticano II

Renzo Lavatori – Giacomo CampanileVOI SARETEIL MIO POPOLOLa chiesaalla luce del Vaticano II

3. Voi sarete il mio popolo

Filed under: Voi sarete il mio popolo — giacomo.campanile @ 09:34

Voi sarete il mio popolo. La chiesa alla luce del Vaticano II (Renzo Lavatori, Giacomo Campanile)

ECCLESIOLOGIA NEI PRIMI TRE SECOLI

La realtà dell’autocoscienza della chiesa si sviluppò negli scritti apostolici, degli apologisti, degli autori ecclesiastici sia che occidentali, che vissero prima ed intorno aI concilio di Nicea del 325. Anche se in questi scritti è viva soprattutto la testimonianza di una esperienza ecclesiale, possiamo scorgere tuttavia un abbozzo di riflessioni che scopre, sia pure in modo disorganico aspetti fondamentali della chiesa.

Nella Didachè‚ (110), piccolo catechismo per i primi cristiani è presente nella seconda parte un manuale liturgico con indicazioni per il culto (battesimo, digiuno, cena del Signore, preghiere). La nozione di chiesa possiede un carattere di universalità. Anche gli buti di unità e di santità sono particolarmente sottolineati. Il simbolo dell’unità è il pane eucaristico che da una moltitudine di ci forma un unico pane. Nella Didachè‚ vengono descritte prescrizioni disciplinari relative agli apostoli itineranti, ai profeti e alle cariche ecclesiastiche.

L’Epistola ai Corinti di Clemente Romano, scritta nel 96 circa un documento di rilievo per lo studio dello sviluppo organizdella chiesa, delle nozioni di tradizione e di successione aposti della posizione della chiesa di fronte allo stato. Essa ha una grande

importanza anche per la questione del primato della chiesa romana di cui reca una prova storica del suo esercizio. Nella lettera si distigue nettamente tra gerarchia e laicato (40,5). I membri della chia sono chiamati: vescovi, presbiteri, diaconi. La loro funzione importante è la celebrazione della liturgia (44,4). Clemente i non esita a mettere in stretta relazione la chiesa con le tre persone divine.

Renzo Lavatori – Giacomo Campanile
VOI SARETE
IL MIO POPOLO
La chiesa
alla luce del Vaticano II

2. Voi sarete il mio popolo

Filed under: Voi sarete il mio popolo — giacomo.campanile @ 08:26

Voi sarete il mio popolo. La chiesa alla luce del Vaticano II (Renzo Lavatori, Giacomo Campanile)

capitolo primo

Sviluppo della ecclesiologia

Anche se il trattato sulla teologia della chiesa è abbastanza tardivo (sec. XV), tuttavia negli scritti del NT si nota che la coscienza della chiesa era già viva nella comunità primitiva. All’epoca non mancarono diatribe interne alla comunità tra cristiani

provenienza giudaica e cristiani di provenienza pagana, le chiesero un chiarimento sulla natura della disciplina e della dottrina ecclesiastica, portando un approfondimento del concetto di chiesa. Il concilio di Gerusalemme (At 15,1-21) in effetti liberò la da ogni schema etnico culturale ed aprì il cristianesimo ad orizzonte universale. Si può dire che esso segna l’inizio di un cammino che vede la comunità cristiana impegnata a comprendere e a vivere, sempre più con chiarezza il mistero che si attua in essa, ove elementi dell’Antico Testamento confluiscono nella nuova esperienza compiutasi con Gesù di Nazaret. D’altra parte la comunità si apre sulla storia dell’umanità per annunciare e trasmettere l’evento salvifico in attesa del suo compimento escatologico, che in qualche modo è già presente e opera, ma non ancora ha raggiunto la sua perfezione. Da qui la tensione tra l’inaugurazione del tempo ultimo e l’attuazione definitiva

della salvezza, che determina l’inserimento della chiesa fra gli uomini.

La comunità infatti vive e compie la sua missione nel mondo servendosi nelle esigenze e condizioni culturali della società, senza perdere tuttavia la propria identità salvifica e l’anelito verso il compimento trascendente.

Da queste situazioni nasce una storia della ecclesiologia, della consapevolezza con cui la chiesa ha vissuto e maturato il suo essere e agire per compiere la missione affidatale da Cristo. Non si tratta di una storia della chiesa, di ciò che la chiesa ha fatto, ma dell’analisi del pensiero o della coscienza della chiesa intorno alla sua natura e al suo mandato. Una coscienza sviluppatasi senza lotte e conflittualità, che descrivono il travaglio, alle volte e impervio, ma sempre benefico e fruttuoso per la crescita e la puntualizzazione del senso misterico e paradossale che la chiesa porta con sé e che ne dimostra in qualche modo l’inesauribilità e pertanto continua novità e vitalità.

Le tappe più significative che segnano tale cammino sono definite da eventi storici in cui la comunità si è trovata a vivere: nei primi tre secoli la chiesa ha sentito in modo particolare l’impatto con la società pagana, con la quale ha dovuto confrontarsi e dalla quale anche difendersi, costruendo un senso della chiesa prevalentemente , apologetico, ma insieme si poneva la necessità di chiarire e precisare l’interno, i modi concreti di esprimere la propria liturgia, la morale e la fede, ponendo le linee basilari di una visione integrale della chiesa. Con la libertà religiosa concessa dall’imperatore Costantino la chiesa ha avuto un periodo di espansione e di grande forza spirituale, soprattutto dopo Nicea nel secolo d’oro della patristica, ove grandi pastori e maestri hanno approfondito la natura della chiesa, colta soprattutto in rapporto al mistero trinitario e cristo subendo tuttavia l’influsso di un certo dominio imperiale. Questo si farà sentire in modo potente nell’epoca medioevale, sorge il concetto di una chiesa fortemente storicizzata, in cui l’aspetto politico e sociale si unisce a quello spirituale e sacramentale presentando una visione gerarchica e piramidale della chiesa. Dopo la riforma protestante, che ha sottolineato il primato della Scrittura e della fede, la chiesa si è vista costretta a chiarire la propria identità, dando molto spazio alla realtà visibile e sacramentale, come nel concilio di Trento, e poi al primato romano nel concilio Vaticano I, con il pericolo di sopravvalutare l’aspetto giuridico ed esteriore, senza tuttavia negare l’apertura verso il senso misterico e comunionale, che è sfociato con poderosi studi nel secolo XX e ha a avuto la sua massima espressione nel concilio Vaticano Il, in cui si assiste alla presentazione di una nuova immagine di chiesa.

Renzo Lavatori – Giacomo Campanile
VOI SARETE
IL MIO POPOLO
La chiesa
alla luce del Vaticano Il

1. Voi sarete il mio popolo

Filed under: Voi sarete il mio popolo — giacomo.campanile @ 07:43

Voi sarete il mio popolo. La chiesa alla luce del Vaticano II (Renzo Lavatori, Giacomo Campanile)

Renzo Lavatori – Giacomo Campanile
VOI SARETE
IL MIO POPOLO
La chiesa
alla luce del Vaticano Il
EDIZIONI DEHONIANE BOLOGNA
Presentazione
Il nostro secolo, che ormai sta giungendo al suo termine, è definito il secolo della chiesa (Dibelius). In effetti, sono stati innumerevoli gli studi teologici, biblici, storici incentrati sul mistero e la vita della chiesa, ma soprattutto si è sviluppata una coscienza ecclesiale non solo tra gli eruditi ma in seno al popolo di Dio. Ciò è dovuto in modo eminente al concilio Vaticano Il, che costituisce senz’altro l’evento ecclesiale più significativo di questo secolo. Già Paolo VI, agli albori del suo pontificato, poneva la riflessione intorno alla chiesa come fatto di primaria necessità, poiché‚ questa è l’ora in cui la chiesa deve approfondire la coscienza di se stessa, meditare sul mistero che le è proprio, esplorare a propria istruzione ed edificazione la dottrina, già a lei nota e già in questo ultimo secolo enucleata e diffusa, sopra la propria origine, la propria natura, la propria missione, la propria sorte finale (Ecciesiain suam: EV 2/164).
Precisamente alla luce di queste parole è stato preparato il quaderno, che vuol essere una presentazione organica del mistero della chiesa, colto nella sua ricchezza e vitalità in forma chiara, anche se non esaustiva per ovvi motivi. Sono stati inseriti numerosi riferimenti alla Scrittura e ai documenti del magistero, in particolare del concilio Vaticano li, del papa e dei vescovi italiani, in modo che il lettore abbia la possibilità di approfondire la ricerca o d’inoltrarsi in alcuni aspetti specifici. Il quaderno è indirizzato soprattutto a coloro che sono impegnati nell’azione ecclesiale, come nella catechesi, nella liturgia o nella diaconia della carità, ma anche a tutti i cristiani che desiderano avere un’idea completa e precisa sulla chiesa, per poterne avere una conoscenza più adeguata e aggiornata. Infatti, quando si parla di chiesa, non s’intende solamente il papa o i vescovi, ma tutti i fedeli che in forza dei sacramenti e della loro vita cristiana fattivamente e responsabilmente del popolo di Dio. Per cui ii più la chiesa significa amarla di più e soprattutto sentirsi compartecipi nel suo mistero di salvezza come figli della medesima famiglia o membri di un unico corpo.
Abbreviazioni e sigle
AA    = Apostolicam actuositatem, decreto del Vaticano Il sull’apostolato dei laici.
AAS   = Acta Apostoiicae Sedis, atti ufficiali della santa sede.
AG    = Ad gentes, decreto del Vaticano Il sull’attività missiona
ria della chiesa.
CD    = Christus Dorninus, decreto del Vaticano Il sull’ufùcio
pastorale dei vescovi.
CT    = Catechesi tradendae, esortazione apostolica di GIOVANNI
PAOLO Il.
DS    = Enchiridion Symbolorum, a cura di H. DENZINGER – H.
SCHãNMETZER,   Herder,   BarcelonaFreiburgRoma
1965.
DV    = Dei Verbum, costituzione dogmatica del Vaticano Il sul-
la divina rivelazione.
ECEI   = Enchiridion CEI, Decreti dichiarazioni documenti pasto
rali della Conferenza episcopale italiana, i- , Dehoniane,
Bologna 1985-
EN    = Evangelii nuntiandi, esortazione apostolica di PAOLO VI.
EV    = Endundion Vaticanum. Documenti ufficiali della santa
sede, 1- , Deboniane, Bologna 1979-
GS      Gaudiutn et spes, costituzione pastorale del Vaticano Il
sulla chiesa nel mondo contemporaneo.
LG    = Lumen gentium, costituzione dogmatica del Vaticano Il
sulla chiesa.
Po    = Presbyterorum ordinis, decreto del Vaticano Il sul mini
stero e la vita dei presbiteri.
SC    = Sacrosanctum concilium, costituzione del Vaticano Il
sulla sacra liturgia.
STh   = TOMMASO D’AQUINO, Summa Theologiae.
UR    = Unitatis redintegratio, decreto deI Vativano Il sull’ecu
menismo.

11 agosto 2012

RITO DELL’ ESORCISMO

Filed under: RITO DELL' ESORCISMO — giacomo.campanile @ 12:36

http://www.liturgia.maranatha.it/Esorcismi/coverpage.htm

RITO DELL’ ESORCISMO MAGGIORE

1 – RITO
DELL’ ESORCISMO
MAGGIORE

Riti d’inizio
Litanie dei Santi
Recita di un Salmo
Lettura del Vangelo
Imposizione delle mani
Professione di fede
Preghiera del Signore
Il segno della Croce
Insufflazione
Formule di esorcismo
Rendimento di grazie
Rito di conclusione

39. Prima di dare inizio al rito, l’esorcista si prepari convenientemente, secondo le circostanze dicendo in silenzio la seguente orazione:

Signore Gesù Cristo,
Verbo di Dio Padre e Signore dell’universo,
tu hai dato agli Apostoli
il potere di scacciare i demoni nel tuo nome
e di vincere ogni assalto del nemico;
Dio santo,
fra tutte le meraviglie che hai operato
hai dato anche il comando di mettere in fuga i demoni;
Dio forte,
che nella tua potenza invincibile
hai abbattuto Satana come folgore dal cielo:
con timore e tremore
ti supplico di infondere in me la tua forza
perché, saldo nella fede, possa combattere
lo spirito maligno che tormenta questa tua creatura,
tu che verrai a giudicare i vivi e i morti
e il mondo con il fuoco.
Amen.

Si possono utilizzare anche altre orazioni, ad esempio: Nel nome di Gesù Cristo, Signore e Dio nostro … (Appendice I, n. 7); Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio (Appendice II, n. 8); San Michele Arcangelo (Appendice II, n. 9); Principe glorioso (Appendice I, n. 11).

RITI D’INIZIO
SALUTO

40. Il sacerdote esorcista raggiunge il luogo della celebrazione vestito con il camice, o con la cotta sulla veste talare, e con la stola violacea.
Fatta la riverenza all’altare (o, in assenza di questo, alla croce), si reca alla sede. Il sacerdote e i fedeli, in piedi, fanno il segno della croce mentre l’esorcista dice:

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Tutti si segnano dicendo:
Amen.

Quindi l’ esorcista, allargando le braccia, saluta i presenti dicendo:

Dio Padre onnipotente,
che vuole la salvezza di tutti gli uomini,
sia con voi.

Tutti:
E con il tuo spirito.

Oppure:
Il Signore sia con voi.

Tutti:
E con il tuo spirito.

Quindi l’ esorcista, con parole sobrie e insieme cordiali, aiuterà il fedele tormentato dal Maligno e tutti i presenti a ben disporsi alla celebrazione.
_____________________________________________________

41. Se lo ritiene opportuno, l’esorcista benedice l’acqua pronunciando, a mani giunte, una delle orazioni seguenti:

O Dio,
per salvare tutti gli uomini
hai racchiuso nella realtà dell’ acqua
i segni più grandi della tua grazia.
Ascolta la nostra preghiera
e infondi in quest’acqua
la tua X benedizione,
perché, assunta a servizio dei tuoi misteri,
sia portatrice dell’efficacia della tua grazia
per mettere in fuga i demoni e debellare le malattie.
Tutto ciò che con essa verrà asperso
sia liberato da ogni influsso del Maligno;
nelle dimore dei tuoi fedeli
non abiti più lo spirito del male
e sia allontanata ogni sua insidia.
Grazie all’invocazione del tuo santo nome,
possano i tuoi fedeli
uscire illesi da ogni assalto del nemico.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

42. Oppure:

Signore Dio onnipotente,
fonte e origine della vita dell’ anima e del corpo,
benedici X quest’acqua
e fa’ che ce ne serviamo con fede
per implorare il perdono dei nostri peccati
e la grazia di essere sorretti in ogni infermità
e difesi da ogni insidia del nemico.
La tua misericordia, o Padre,
faccia scaturire per noi
l’acqua viva della salvezza,
perché possiamo accostarci a te con cuore puro
e fuggire ogni pericolo dell’anima e del corpo.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

43. Se nella benedizione dell’ acqua si fa uso del sale, l’esorcista lo benedice dicendo:

Benedici, X Signore, questo sale.
Tu che ordinasti al profeta Eliseo
di risanare l’acqua con il sale,
fa’ che mediante questo duplice segno di purificazione
siamo liberati dalle insidie del Maligno
e custoditi dalla presenza del tuo Santo Spirito.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

L’esorcista, senza nulla dire, immette il sale nell’ acqua.
_____________________________________________________

ASPERSIONE DELL’ ACQUA BENEDETTA

44. A questo punto, l’ esorcista asperge con l’acqua benedetta il fedele tormentato dal Maligno, i presenti e il luogo dove si svolge il rito dicendo:

Ecco l’acqua benedetta:
porti a tutti noi vita e salvezza,
nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Tutti:
Amen.

Oppure:

Quest’acqua benedetta
richiami il Battesimo ricevuto
e ravvivi in noi il ricordo di Cristo,
che ci ha redenti con la sua Passione e Risurrezione.

Tutti:
Amen.

LITANIE DEI SANTI

45. L’esorcista si rivolge ai presenti con queste parole o altre simili, invitandoli a pregare:

Invochiamo, fratelli carissimi,
la misericordia di Dio onnipotente
perché, per l’intercessione di tutti i Santi,
esaudisca la voce della Chiesa
che prega per questo nostro fratello
[questa nostra sorella] N.,
provato
[provata] da tanta afflizione.

46. L’esorcista può mettersi in ginocchio. Lo stesso faranno tutti i presenti. Quindi, lui stesso, o un altro dei presenti, intona le litanie. Si possono inserire, nei rispettivi luoghi, alcuni nomi di Santi (ad esempio: del Patrono, del Santo di cui il fedele tormentato dal Maligno porta il nome, ecc.), oppure alcune intenzioni più adatte alla circostanza. I presenti risponderanno:prega per noi, oppure prega per lui [lei]; liberaci oppureliberalo [liberala], o Signore; abbi pietà di noi oppure di lui[lei].

Kyrie, eleison
Oppure
Signore, pietà

Christe, eleison
Oppure
Cristo, pietà

Kyrie, eleison
Oppure
Signore, pietà

Santa Maria, Madre di Dio
Santi Michele, Gabriele e Raffaele
Santi Angeli di Dio
Sant’Elia
San Giovanni Battista
San Giuseppe
Santi Patriarchi e Profeti
Santi Pietro e Paolo
Sant’ Andrea
Santi Giovanni e Giacomo
Santi Apostoli ed Evangelisti
Santa Maria Maddalena
Santi Discepoli del Signore
Santo Stefano prega
San Lorenzo
Sante Perpetua e Felicita
Santi Martiri tutti
San Gregorio
Sant’ Ambrogio
San Girolamo
Sant’ Agostino
San Martino
Sant’ Antonio
San Benedetto
Santi Francesco e Domenico
Santi Ignazio di Loyola
e Francesco Saverio
San Giovanni Maria Vianney
Santa Caterina da Siena
Santa Teresa di Gesù
Santi e Sante di Dio

Nella tua misericordia
Da ogni male
Da ogni peccato
Dalle insidie del diavolo
Dalla morte eterna
Per la tua nascita
Per il tuo digiuno nel deserto
Per la tua passione
e la tua croce
Per la tua morte e sepoltura
Per la tua santa risurrezione
Per la tua gloriosa ascensione
Per il dono dello Spirito Santo

Cristo, Figlio del Dio vivo
Tu che per noi sei stato tentato
dal diavolo
Tu che hai liberato gli oppressi dallo spirito del male
Tu che hai dato ai tuoi discepoli il potere sui demoni
Tu che assiso alla destra del Padre intercedi per noi
Tu che verrai a giudicare
i vivi e i morti

Noi peccatori, ti preghiamo
Perdona le nostre colpe
Donaci la tua misericordia
Sostienici e confortaci nel tuo
santo servizio
Innalza i nostri cuori al desiderio del cielo
Fa’ che la tua Chiesa ti serva
in sicurezza e libertà
Dona al mondo intero la giustizia e la pace

Cristo, ascolta le nostre preghiere
Cristo, esaudisci le nostre
preghiere

Kyrie, eleison
Oppure
Signore, pietà

Christe, eleison
Oppure
Cristo, pietà

Kyrie, eleison
Oppure
Signore, pietà

prega per noi [lui/lei]

pregate per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]

pregate per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
prega per noi [lui/lei]
pregate per noi [lui/lei]

liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore

liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore
liberaci [liberalo/la] o Signore

abbi pietà di noi [lui/lei]

abbi pietà di noi [lui/lei]

abbi pietà di noi [lui/lei]

abbi pietà di noi [lui/lei]

abbi pietà di noi [lui/lei]

abbi pietà di noi [lui/lei]

ascoltaci, Signore
ascoltaci, Signore
ascoltaci, Signore

ascoltaci, Signore

ascoltaci, Signore

ascoltaci, Signore

ascoltaci, Signore

Cristo, ascolta le nostre preghiere
Cristo, esaudisci le nostre
preghiere

47. Terminate le litanie, l’esorcista, in piedi, dice l’orazione seguente:

O Padre, a te solo appartengono
la misericordia e il perdono:
fa’ che la tua compassione divina
liberi questo tuo servo
[questa tua serva] N.,
tenuto
[tenuta] in catene dal potere diabolico.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

48. Oppure:

O Dio, tu sai che la nostra debolezza
ci trascina di caduta in caduta:
fa’ che questo nostro fratello
[questa nostra sorella] N.
sia liberato
[liberata] dalla schiavitù dello spirito maligno
e, ristabilito
[ristabilita] nella piena libertà dei tuoi figli,
possa lodarti in eterno insieme ai tuoi santi.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

Tutti si alzano.
RECITA DI UN SALMO

49. Quindi l’esorcista può recitare, secondo l’opportunità, uno o più salmi, o anche soltanto qualche versetto o qualche strofa, a scelta. Oltre al salmo che qui viene proposto, se ne possono aggiungere altri, scegliendoli tra quelli segnalati nel capitolo II (nn. 67-75). É bene che i salmi siano introdotti da una citazione del Nuovo Testamento e conclusi dall’orazione proposta in questo rituale. I presenti possono partecipare ripetendo il ritornello o alternando le strofe.

50. Salmo 90 (91)
Sotto la protezione dell’ Altissimo

Ecco, io vi ho dato il potere di camminare
sopra i serpenti e sopra ogni potenza del nemico.       (Lc
10, 19)

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

Tu che abiti al riparo dell’ Altissimo *
e dimori all’ombra dell’Onnipotente,
di’ al Signore: “Mio rifugio e mia fortezza, *
mio Dio, in cui confido”.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

Egli ti libererà dal laccio del cacciatore, *
dalla peste che distrugge.
Ti coprirà con le sue penne, *
sotto le sue ali troverai rifugio.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

La sua fedeltà ti sarà scudo e corazza; *
non temerai i terrori della notte,
né la freccia che vola di giorno, †
la peste che vaga nelle tenebre, *
lo sterminio che devasta a mezzogiorno.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

Mille cadranno al tuo fianco †
e diecimila alla tua destra; *
ma nulla ti potrà colpire.
Solo che tu guardi con i tuoi occhi *
vedrai il castigo degli empi.
Poiché tuo rifugio è il Signore *
e hai fatto dell’Altissimo la tua dimora.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

Non ti potrà colpire la sventura, *
nessun colpo cadrà sulla tua tenda.
Egli darà ordine ai suoi angeli *
di custodirti in tutti i tuoi passi.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

Sulle loro mani ti porteranno *
perché non inciampi nella pietra il tuo piede.
Camminerai su àspidi e vipere, *
schiaccerai leoni e draghi.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

Lo salverò, perché a me si è affidato; *
lo esalterò, perché ha conosciuto il mio nome.
Mi invocherà e gli darò risposta; †
presso di lui sarò nella sventura, *
lo salverò e lo renderò glorioso.
Lo sazierò di lunghi giorni *
e gli mostrerò la mia salvezza.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.

Gloria al Padre. Come era nel principio.

R. Mio rifugio tu sei, o Signore.


ORAZIONE

Signore, Dio nostro,
che ci accogli a braccia aperte
e ti offri a noi come rifugio,
libera questo tuo servo
[questa tua serva] N.
dal laccio dei demoni
e dalle forze maligne che lo
[la] perseguitano.
Proteggilo
[proteggila] all’ombra delle tue ali,
coprilo
[coprila] con lo scudo della tua potenza
e manifestagli
[manifestale] con benevolenza la tua salvezza.
Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

LETTURA DEL VANGELO

51. L’esorcista legge il Vangelo seguente, che tutti ascoltano in piedi. Si può scegliere anche uno dei testi proposti nel capitolo II, nn. 76-80.

52. X Dal Vangelo secondo Giovanni   1, 1-14

Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi

In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era in principio presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui,
e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre,
ma le tenebre non I ‘hanno accolta.
Venne un uomo mandato da Dio
e il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per rendere testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Egli non era la luce,
ma doveva rendere testimonianza alla luce.
Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Egli era nel mondo,
e il mondo fu fatto per mezzo di lui,
eppure il mondo non lo riconobbe.
Venne fra la sua gente,
ma i suoi non l’hanno accolto.
A quanti però l’hanno accolto
ha dato il potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali non da sangue,
né da volere di carne,
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi vedemmo la sua gloria,
gloria come di unigenito dal Padre,
pieno di grazia e di verità.

IMPOSIZIONE DELLE MANI

53. Letto il Vangelo, l’ esorcista impone le mani sul capo del fedele tormentato dal Maligno dicendo:

V.  Sia sempre con noi, Signore, la tua misericordia:
in te abbiamo sperato.

Tutti:
Kyrie, eleison [Signore, pietà].

V.  Manda il tuo Spirito creatore,
e rinnova la faccia della terra.

Tutti:
Kyrie, eleison [Signore, pietà].

V.  Salva, Signore, il tuo servo [la tua serva]
che in te spera.

Tutti:
Kyrie, eleison [Signore, pietà].

V.  Signore, sii per lui [lei] fortezza inespugnabile
di fronte all’ assalto del nemico.

Tutti:
Kyrie, eleison [Signore, pietà].

V.  Il nemico non prevalga su di lui [lei],
e il figlio dell ‘iniquità non gli
[le] rechi alcun danno.

Tutti:
Kyrie, eleison [Signore, pietà].

V.  Soccorrilo [soccorrila], Signore, dalla tua santa dimora,
e da Sion vieni in sua difesa.

Tutti:
Kyrie, eleison [Signore, pietà].

PROFESSIONE DI FEDE

54. Terminata l’imposizione delle mani, l’esorcista invita i presenti a fare la professione di fede o recitando il Simbolo (prima forma), o rinnovando le promesse battesimali (seconda forma). Se si recita il Simbolo, dirà:

Questa è la vittoria che vince il mondo:
la nostra fede.

55. Prima forma
I presenti recitano tutti insieme il Simbolo di fede:

Io credo in Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra;

e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso, morì e fu sepolto;
discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo,
siede alla destra di Dio Padre onnipotente;
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.

Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna. Amen.

Oppure:

Credo in un solo Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra,
di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore, Gesù Cristo,
unigenito Figlio di Dio,
nato dal Padre prima di tutti i secoli.
Dio da Dio, Luce da Luce,
Dio vero da Dio vero,
generato, non creato,
della stessa sostanza del Padre;
per mezzo di lui tutte le cose sono state create.
Per noi uomini e per la nostra salvezza
discese dal cielo,
e per opera dello Spirito Santo
si è incarnato nel seno della Vergine Maria
e si è fatto uomo.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato,
morì e fu sepolto.
Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture,
è salito al cielo,
siede alla destra del Padre.
E di nuovo verrà nella gloria
per giudicare i vivi e i morti,
e il suo regno non avrà fine.
Credo nello Spirito Santo,
che è Signore e dà la vita,
e procede dal Padre e dal Figlio.
Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato,
e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica.
Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati.
Aspetto la risurrezione dei morti
e la vita del mondo che verrà. Amen.

56. Seconda forma

Se invece si sceglierà di rinnovare le promesse battesimali, dirà:

Rinnoviamo ora le promesse del santo Battesimo, con le quali abbiamo rinunciato a Satana e alle sue opere e abbiamo promesso di servire Dio nella santa Chiesa cattolica.


RINUNZIA

Esorcista:
Rinunziate a Satana?

Tutti:
Rinunzio.

Esorcista:
E a tutte le sue opere?

Tutti:
Rinunzio.

Esorcista:
E a tutte le sue seduzioni?

Tutti:
Rinunzio.

Oppure:

Esorcista:
Rinunziate al peccato,
per vivere nella libertà dei figli di Dio?

Tutti:
Rinunzio.

Esorcista:
Rinunziate alle seduzioni del male,
per non lasciarvi dominare dal peccato?

Tutti:
Rinunzio.

Esorcista:
Rinunziate a Satana,
origine e causa di ogni peccato?

Tutti:
Rinunzio.

PROFESSIONE DI FEDE

L’esorcista prosegue:
Credete in Dio,
Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra?

Tutti:
Credo.

Esorcista:
Credete in Gesù Cristo,
suo unico Figlio, nostro Signore,
che nacque da Maria Vergine,
morì e fu sepolto,
è risuscitato dai morti
e siede alla destra del Padre?

Tutti:
Credo.

Esorcista:
Credete nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne e la vita eterna?

Tutti:
Credo.

PREGHIERA DEL SIGNORE

57. Dopo ciò, l’ esorcista introduce la Preghiera del Signore, dicendo a mani giunte:

E ora, insieme a questo nostro fratello [questa nostra sorella],
supplichiamo Dio
di liberarci dal male,
pregando come ci ha insegnato
il Signore nostro Gesù Cristo.

Oppure:
Fratelli, noi non sappiamo pregare come dovremmo,
ma lo Spirito Santo viene in aiuto alla nostra debolezza
e intercede per noi, secondo il desiderio di Dio.
Guidati dallo Spirito di Gesù,
osiamo dire:

E con le braccia aperte, prosegue insieme ai presenti:
Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.

Congiunge le mani, mentre i presenti concludono con 1′acclamazione:

Tuo è il regno,
tua la potenza e la gloria nei secoli
.
IL SEGNO DELLA CROCE

58. L’esorcista mostra la croce e con essa benedice il fedele tormentato dal Maligno dicendo:

Ecco la Croce del Signore:
fuggite, spiriti del male!

Oppure:
Per il segno della Croce
il Signore nostro Dio ti liberi dal nemico.

Oppure:
La Croce santa
sia per te luce e vita.

INSUFFLAZIONE

59. Se lo ritiene opportuno, l’esorcista alita sul volto del fedele tormentato dal Maligno dicendo:

Allontana, Signore,
con il Soffio della tua bocca,
gli spiriti maligni:
comanda loro di andarsene,
perché il tuo regno è in mezzo a noi.

FORMULE DI ESORCISMO

60. Dopo ciò, l’esorcista dice la formula invocativa dell’Esorcismo maggiore (n. 61). Se lo ritiene opportuno, aggiunga anche la formula imperativa (n. 62). Altre formule di tipo invocativo o imperativo si trovano nel capitolo II, nn. 81-84.

61. FORMULA INVOCATIVA

Dio, creatore e difesa del genere umano,
volgi il tuo sguardo su questo tuo servo
[questa tua serva] N.,
che hai plasmato
[plasmata] a tua immagine
e chiamato
[ [chiamata] a condividere la tua gloria:
l’antico avversario lo
[la] tormenta crudelmente,
lo
[la] opprime con aspra violenza
e lo
[la] riempie di angoscia e di terrore.
Manda su di lui
[lei] il tuo Santo Spirito
perché lo
[la] rafforzi nella lotta,
gli
[la] insegni a pregare nella tribolazione
e lo
[la] circondi con la sua efficace protezione.

Ascolta, Padre santo,
il gemito della tua Chiesa in preghiera:
non permettere che questo tuo figlio
[questa tua figlia]
sia posseduto
[posseduta] dal padre della menzogna,
né che questo tuo servo
[questa tua serva],
redento
[redenta] dal sangue di Cristo,
sia tenuto
[tenuta] in schiavitù dal diavolo.
Non tollerare che il tempio del tuo Spirito
sia dimora di uno spirito immondo.

Ascolta, Dio misericordioso,
la preghiera della beata Vergine Maria:
il Figlio Gesù, morendo sulla croce,
ha schiacciato il capo dell’antico serpente
e ha affidato alla Madre tutti gli uomini come figli.
Risplenda in questo tuo servo
[questa tua serva]
la luce della tua verità
e dimori in lui
[lei] la gioia della tua pace.
Lo Spirito di santità ne prenda possesso
e con la sua presenza gli
[le] restituisca innocenza e serenità.

Ascolta, o Padre,
la preghiera dell’ Arcangelo san Michele
e di tutti gli Angeli, ministri della tua gloria.
Tu che sei il Dio delle schiere celesti,
respingi la violenza del diavolo.
Dio di verità e di misericordia,
rendi vane tutte le sue insidie.
Dio di libertà e di grazia,
spezza le catene della sua malvagità.

Tu che ami la salvezza dell’uomo,
ascolta la voce degli apostoli Pietro e Paolo
e di tutti i Santi,
che, per tua grazia, hanno riportato vittoria sul Maligno.
Libera questo tuo servo
[questa tua serva]
da ogni oppressione diabolica
e custodiscilo
[custodiscila] indenne
perché restituito
[restituita] alla serenità di figlio [figlia]
ti ami di tutto cuore,
ti serva operando il bene,
ti renda onore e gloria,
e tutta la sua vita sia un canto di lode a te.

Per Cristo nostro Signore.

Tutti:
Amen.

62. FORMULA IMPERATIVA

Ti ordino, Satana,
nemico della salvezza dell’uomo:
riconosci la giustizia e la bontà di Dio
che con giusto giudizio ha condannato
la tua superbia e la tua invidia.
Esci da N., servo
[serva] di Dio,
che il Signore ha creato [creata] a sua immagine,
ha arricchito
[arricchita] dei suoi doni,
ha adottato
[adottata] come figlio [figlia]
della sua misericordia.

Ti ordino, Satana,
principe di questo mondo:
riconosci il potere invincibile di Gesù Cristo:
egli ti ha sconfitto nel deserto,
ha trionfato su di te nell’orto degli ulivi,
ti ha disarmato sulla croce
e, risorgendo dal sepolcro,
ha portato i tuoi trofei
nel regno della luce.
Vattene da questa creatura, da N.:
che il Salvatore, nascendo tra noi,
ha reso suo fratello
[sua sorella]
e morendo in croce ha redento
[redenta]
con il suo sangue.

Ti ordino, Satana,
seduttore del genere umano:
riconosci lo Spirito di verità e di grazia,
lo Spirito che respinge le tue insidie
e smaschera le tue menzogne.
Esci da questa creatura,
N.,
che Dio ha segnato con il suo sigillo.
Abbandona quest’uomo
[questa donna]:
Dio l’ha reso [resa] suo tempio santo
con l’unzione del suo Spirito.

Vattene, dunque, Satana: vattene
nel nome del Padre X e del Figlio X e dello Spirito X Santo.
Allontanati per la fede e la preghiera della Chiesa.
Fuggi per il segno della santa croce di Gesù Cristo,
Signore nostro.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

Tutti:
Amen.

RENDIMENTO DI GRAZIE

63. Avvenuta la liberazione del fedele tormentato dal Maligno, l’ esorcista e tutti gli astanti recitano un cantico evangelico:

CANTICO DELLA BEATA VERGINE MARIA Lc l, 46-55

L’anima mia magnifica il Signore *
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri, *
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Gloria al Padre. Come era nel principio.

Oppure:

CANTICO DI ZACCARIA Lc l, 68-79

Benedetto il Signore Dio d’Israele, *
perché ha visitato e redento il suo popolo,

e ha suscitato per noi una salvezza potente *
nella casa di Davide, suo servo,

come aveva promesso *
per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo;

salvezza dai nostri nemici, *
e dalle mani di quanti ci odiano.

Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
e si è ricordato della sua santa alleanza,

del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, *
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,

di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.

E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo *
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,

per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
nella remissione dei suoi peccati,

grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge,

per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
e nell’ombra della morte

e dirigere i nostri passi *
sulla via della pace.

Gloria al Padre. Come era nel principio.

64. Quindi l’esorcista dice la seguente orazione:

Dio, creatore e salvatore del genere umano,
tu hai accolto con misericordia
questo tuo amato figlio
[questa tua amata figlia]:
la tua provvidenza lo
[la] custodisca nella libertà
che il Figlio tuo gli
[le] ha donato.
Mai più abbia potere su di lui
[lei] lo spirito maligno.
Fa’ che prendano dimora in lui
[lei]
la bontà e la pace dello Spirito Santo
ed egli
[ella] non abbia più timore del Maligno,
perché Gesù Cristo nostro Signore è con noi.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

Tutti:
Amen.
RITO DI CONCLUSIONE

65. Nel congedare i presenti, l’esorcista allargando le braccia dice:

Il Signore sia con voi.

Tutti:
E con il tuo Spirito.

Quindi benedice i presenti:

Il Signore vi benedica e vi protegga.

R. Amen.

Faccia risplendere il suo volto su di voi
e vi doni la sua misericordia.

R. Amen.

Rivolga su di voi il suo sguardo
e vi doni la sua pace.

R. Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente,
Padre e Figlio X e Spirito Santo,
discenda su di voi e con voi rimanga sempre
.

R. Amen.

Oppure:

La pace di Dio, che supera ogni conoscenza,
custodisca il vostro cuore e i vostri pensieri
nella sapienza e nell’amore del Padre
e del suo Figlio, il Signore nostro Gesù Cristo.

R. Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente,
Padre e Figlio
X e Spirito Santo,
discenda su di voi e con voi rimanga sempre.

R. Amen.

66. Nel caso occorresse ripetere l’ esorcismo, il sacerdote conclude il rito con la benedizione indicata al n. 65.

2 agosto 2012

MASSIME AGOSTO 2012

Filed under: MASSIME — giacomo.campanile @ 07:52

Nell’imminenza delle prossime elezioni presidenziali USA, tutti i candidati hanno asserito di credere in Dio e di ispirarsi ad esso. In Italia invece, mai è accaduto che un solo personaggio politico facesse pubblica ammissione di fede …

Cantate al Signore un canto nuovo,

cantate al Signore, uomini di tutta la terra.

Cantate al Signore, benedite il suo nome. Sal 95

DIVIDI CIO’ CHE HAI E AVRAI LA LIBERTA’

Tardi ti ho amato, bellezza tanto antica e tanto nuova, tardi ti ho amato. Ed ecco che tu stavi dentro di me e io ero fuori e là ti cercavo…. S.AGOSTINO

Mt 23,1-12

Dicono e non fanno.

Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dalla gente.

Chi tra voi è più grande, sarà vostro servo; chi invece si esalterà, sarà umiliato e chi si umilierà sarà esaltato.

“Tutto ciò che turba e porta via la pace non viene da Dio” (Don Bosco)
Mt 18,21-19,1
Loda il Signore, anima mia:
loderò il Signore finché ho vita,
canterò inni al mio Dio finché esisto. Sal 145
(Sal 148)
I cieli e la terra sono pieni della tua gloria.

Maria non è un mito, né un’astrazione, come mostrano i tratti profondamente ebraici della sua personalità di donna nutrita della spiritualità dell’ascolto, che fa nella storia la grandezza del popolo ebraico: “Ascolta, Israele, il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno” (Dt 6,4). Maria non è un caso dell’universale, ma la «Virgo singularis», la donna irripetibile nella sua storicità unica, il concreto femminile della persona, che l’Eterno ha eletto per la rivelazione del Mistero, «benedetta fra tutte le donne», come è «benedetto il frutto del suo grembo», Gesù (cf. Lc 1,42).

Non si tratta di sviluppare un’«ontologia del femminile», partendo dalla figura di Maria: i rischi di astrattezza di una simile ricerca dell’«eterno femminino» (Goethe) sono stati giustamente denunciati dal pensiero femminista. Si tratta piuttosto di indagare il mistero racchiuso in ogni donna, e quindi reciprocamente in ogni essere umano, a partire dal «caso» assolutamente singolare, che è la «Vergine Madre, figlia del suo Figlio».

Il significato universale di Maria, insomma, sta o cade con la sua singolarità di donna concreta: quanto più questa singolarità femminile sarà colta, tanto più il suo valore di archetipo per la dimensione femminile dell’essere umano si lascerà percepire e il mistero in lei riposto si farà penetrare.

Proprio così, nel cuore dell’estate, la celebrazione dell’assunzione di Maria diventa un richiamo a rispettare la dignità di ogni donna, a valorizzarne il mistero, a umanizzare il mondo rendendolo più accogliente nell’irripetibilità di ciascuno e nella reciprocità delle relazioni di vita e d’amore, che fanno la storia di tutti.

È questo gioco di visibile concretezza e d’invisibile profondità, che fa parlare di Maria come di un’icona del Mistero: in lei si offre il duplice movimento, che ogni icona tende a trasmettere, la discesa e l’ascesa, l’antropologia di Dio e la teologia dell’uomo. In lei risplende l’elezione dell’Eterno e il libero consenso della fede in Lui.

Powered by WordPress. Theme by H P Nadig