30 aprile 2012

Il Christian Rock

Filed under: MUSICA CRISTIANA — giacomo.campanile @ 07:03

Il Christian Rock è una forma di musica rock suonata da gruppi apertamente cristiani. Il fatto che i testi dei brani siano più o meno esplicitamente cristiani varia da gruppo a gruppo.

L’iniziatore del rock cristiano fu Larry Norman, un musicista cristiano molto popolare negli anni settanta che sfidò la visione che avevano alcuni cristiani conservatori che la musica rock fosse anti-cristiana, con il brano Why Should The Devil Have All The Good Music.

I gruppi di rock cristiano che dichiarano esplicitamente il loro Credo e utilizzano l’immaginario cristiano nei testi delle loro canzoni, tendono a essere considerati come una parte della musica cristiana contemporanea e suonano prevalentemente per un pubblico cristiano. Altri gruppi scrivono musica influenzata dal loro Credo, ma vedono il loro pubblico come un pubblico generale.

19 aprile 2012

Papa. La Chiesa non deve temere le persecuzioni

Filed under: articoli — giacomo.campanile @ 09:00
immagineCitta’ del Vaticano, 18 aprile 2012 – ”La Chiesa non deve temere le persecuzioni che nella sua storia e’ costretta a subire, ma confidare sempre, come Gesu’ al Getsemani, nella presenza, nell’aiuto e nella forza di Dio, invocato nella preghiera”.Lo ha detto papa Benedetto XVI durante l’udienza generale di oggi in piazza San Pietro. ”Di fronte al pericolo, alla difficolta’, alla minaccia – ha affermato papa Ratzinger commentando la ‘piccola Pentecoste’ raccontata nel vangelo di Luca – la prima comunita’ cristiana non cerca di fare analisi su come reagire, su come difendersi, su quali misure adottare, ma davanti alla prova si mette a pregare”, attraverso ”una preghiera unanime e concorde dell’intera comunita’, che fronteggia una situazione di persecuzione a causa di Gesu”’.

”Di fronte alle persecuzioni subite a causa di Gesu”’, ha spiegato ancora papa Ratzinger, ”la comunita’ non solo non si spaventa e non si divide, ma e’ profondamente unita nella preghiera, come una sola persona, per invocare il Signore. Questo e’ il primo prodigio che si realizza quando i credenti sono messi alla prova a causa della loro fede: l’unita’ si consolida, invece di essere compromessa, perche’ e’ sostenuta da una preghiera incrollabile”.
Sette anni dopo l’elezione al soglio di Pietro, Benedetto XVI affronta con “mite fermezza” la guida della Chiesa cattolica mondiale.

13 aprile 2012

MASSIME DI APRILE 2012

Filed under: MASSIME — giacomo.campanile @ 04:45

Lodate il Signore,
popoli tutti, cantate la sua lode,
perché forte è il suo amore per noi
e la fedeltà del Signore dura per sempre. Sal 117

At 4,1-12
In nessun altro c’è salvezza.
Cristo è vivo e cammina con noi

esistono due crisi, due emergenze: il buio di Dio e il buio dei valori.

Salmo (Sal 32)
Dell’amore del Signore è piena la terra.

Cristo è risorto, Cristo ha vinto! ;)

Papa Benedetto: Gesu’ entra nei nostri cuori anche se le porte sono chiuse

12 aprile 2012

Papa Benedetto: Gesu’ entra nei nostri cuori anche se le porte sono chiuse

Filed under: Religione,articoli — giacomo.campanile @ 09:04
Citta’ del Vaticano, 11 apr – ”Anche oggi il Risorto entra nelle nostre case e nei nostri cuori, nonostante a volte le porte siano chiuse”. Lo ha detto papa Benedetto XVI nella catechesi dell’udienza generale di oggi in piazza San Pietro, soffermandosi sulla ”trasformazione che la Pasqua di Gesu’ ha provocato nei suoi discepoli”. Il pontefice e’ arrivato a Roma per l’udienza in elicottero da Castelgandolfo dove sta passando qualche giorno di riposo.
immagine non disponibile
di Giacomo Campanile
redazione@vivereroma.org

”Solo Lui – ha ammonito papa Ratzinger – puo’ ribaltare quelle pietre sepolcrali che l’uomo spesso pone sui propri sentimenti, sulle proprie relazioni, sui propri comportamenti; pietre che sanciscono la morte: divisioni, inimicizie, rancori, invidie, diffidenze, indifferenze. Solo Lui, il Vivente, puo’ dare senso all’esistenza e far riprendere il cammino a chi e’ stanco e triste, sfiduciato e privo di speranza”. E’ quanto hanno sperimentato non solo i discepoli riuniti nel Cenacolo, ma anche i due discepoli che il giorno di Pasqua erano in cammino da Gerusalemme verso Emmaus. Da allora in poi, il compito dei cristiani e’ testimoniare la ”novita’ di una vita che non muore”, portata dalla Pasqua, che ”va diffusa ovunque”.

Powered by WordPress. Theme by H P Nadig