25 agosto 2012

IL PIANO DELL’ONU PER SPOPOLARE IL PIANETA: DOCUMENTI E CITAZIONI DIMOSTRANO LA TEORIA!

Filed under: ONU — giacomo.campanile @ 18:43

eutanasialode mortelode spopolazionelode onulode

E’ mia intenzione dare stralci da documenti, molti dei quali provengono dalle Nazioni Unite che provano che vi è un piano per spopolare questo pianeta. Fornirò anche citazioni da diverse persone e organizzazioni che dimostrano ulteriormente che questo piano è operativo. Prego che la guida del Signore Dio Onnipotente sia con me in questa ricerca per avvertire gli altri di questo oscuro complotto contro l’umanità.

http://www.free-italy.info/2011/11/il-piano-dellonu-per-spopolare-il.html?fb_action_ids=4496256012415&fb_action_types=og.recommends&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582

Tutte le cose scritte nel presente documento sono facilmente verificabili. Ciò può richiedere molto tempo e fatica, ma è stato richiesto un grande sforzo per rendere questo documento quanto più preciso mi fosse possibile.

Il piano per lo spopolamento si basa sul culto della natura, o culto di Gaia. Nella Genesi, Dio ha detto chiaramente ad Adamo ed Eva, e poi a Noè e la sua famiglia di andare avanti e moltiplicarsi per popolare la Terra. In nessun punto della Bibbia Dio revoca questo comandamento chiaramente enunciato. Quindi l’uomo sta tentando di sostituire il comando del Signore Dio in cielo: Il Creatore! Vi chiedo, chi ne sa di più sullo stato della Terra, il creato, o il Creatore?

La base per il piano di spopolamento è uno standard in possesso di tutti gli elitisti. Questo standard si chiama:

La dialettica hegeliana:

Problema – Reazione – Soluzione

Creare un Problema Causare una Reazione Offrire una Soluzione

Vi renderete esattamente conto di come hanno creato il problema, quanto sia impressionante come siano stati vincenti a creare una reazione così diffusa, ed in che modo abbiano offerto una soluzione: Una soluzione mortale.

Vi chiedo per favore di tentare di distribuire questo documento ovunque vi sia possibile. Il tempo scorre veloce ed in molti stanno per essere presi alla sprovvista. Pubblicizzando quanto segue, potreste essere in grado di impedire a qualcuno dolore e sofferenze inutili.

William Benton, assistente segretario di Stato americano presso l’UNESCO 1946: (UNESCO è l’Organizzazione delle Nazioni Unite per Educazione, Scienza e Cultura)

“Fino a quando un bambino respira l’aria avvelenata del nazionalismo, l’educazione delle menti nel mondo può produrre solo risultati precari. Come abbiamo sottolineato, è spesso la famiglia che infetta il bambino con il nazionalismo estremo. Le scuole pertanto utilizzano gli strumenti descritti in precedenza per combattere gli atteggiamenti di famiglia che favoriscono sciovinismo (nazionalismo) … noi dobbiamo attualmente riconoscere nel nazionalismo il maggior ostacolo per lo sviluppo della mentalità mondiale. Siamo all’inizio di un lungo processo di abbattimento dei muri della sovranità nazionale. L’ UNESCO deve esserne il pioniere. “(Sottolineatura mia in tutto)

Club di Roma, La Prima Grande Rivoluzione, 1991:

“Alla ricerca di un nuovo nemico che ci unisca, abbiamo tirato fuori l’idea che inquinamento, minaccia del riscaldamento globale, scarsità d’acqua, fame e cose simili avrebbero centrato l’obiettivo (questa è la prova assoluta che il riscaldamento globale causato dall’uomo è solo una bugia ) …. Ma nel designare questi come il nemico, cadiamo nella trappola di confondere i sintomi per le cause. Tutti questi pericoli sono causati dall’intervento umano, ed è solo attraverso un cambio di atteggiamenti e comportamenti che possono essere superati. Il vero nemico, allora, è l’umanità stessa “.

Mikhail Gorbachev:

“Dobbiamo parlare con maggiore chiarezza a proposito di sessualità, la contraccezione, l’ aborto, riguardo valori che contrllino la popolazione, perché la crisi ecologica, in breve, è la crisi della popolazione. Tagliamo la popolazione del 90% e non saranno rimaste abbastanza persone che causino grandi quantità di danni ecologici “.

Aldous Huxley, Mondo Nuovo 1946:

Non esiste, ben inteso, nessuna ragione perchè i nuovi totalitarismi debbano somigliare ai vecchi. Il governo basato su manganelli e plotoni di esecuzione, carestie artificiali, imprigionamenti e deportazioni di massa, è non soltano disumano (cosa che, oggi come oggi, non preoccupa nessuno più di tanto), ma provatamente inefficiente. E questo, in un’era di tecnologia avanzata, è un peccato contro lo Spirito Santo.

Aldous Huxley, Lettura chiamata L’Esplosione Demografica (Population Explosion) 1959:

“… Chiediamoci quali sono le alternative concrete, visto che ci troviamo di fronte al problema della crescita demografica. Un’alternativa è quella di non fare nulla in particolare riguardo ciò e lasciare che le cose vadano avanti così … La domanda è: stiamo andando a ristabilire l’equilibrio in modo naturale, che è una maniera brutale e interamente anti-umana, o stiamo andando a ripristinarla in una maniera intelligente, razionale ed umana … Provate ad aumentare per quanto possibile la produzione e allo stesso tempo tentate di ristabilire l’equilibrio tra il tasso di natalità con mezzi meno raccapriccianti di quelli che vengono utilizzati dalla natura – da tecnologie intelligenti e metodi umani? … Ci sono delle difficoltà enormi nel modo di attuare qualsiasi politica di grande portata della limitazione della popolazione; mentre il controllo della morte è estremamente semplice in circostanze moderne, il controllo delle nascite è estremamente difficile. Il motivo è molto semplice: il controllo della morte – il controllo, per esempio, di malattie infettive – può essere realizzato da una manciata di esperti e da una forza lavoro alquanto piccola di persone non qualificate e richiede una spesa molto piccola di capitale “.

Barry Commoner, Fare la pace col pianeta:

“Ci sono state ‘proposte triage’, che avrebbero condannato a morte intere nazioni attraverso alcune specie di ‘negligenza benigna’ globale. Ci sono stati regimi che hanno costretto la gente a ridurre la loro fertilità, con mezzi fisici e legali che sono rimasti sinistramente non specificati. Ora ci viene detto che dobbiamo limitare anziché estendere i nostri sforzi per sfamare i popoli affamati del mondo. Come andrà a finire? ” Il segretario alla Difesa William S. Cohen, 28 aprile 1997, testimonianza davanti alla Commissione Congresso :” Ci sono dei rapporti, per esempio, che riferiscono di alcuni paesi che hanno cercato di costruire qualcosa di simile al virus Ebola, e che, per usare un eufemismo, sembrerebbe essere molto pericoloso. Alvin Toeffler ha scritto riguardo a questo, di alcuni scienziati che nei loro laboratori stanno cercando di individuare alcuni tipi di agenti patogeni che colpirebbero ceppi etnici specifici, in modo tale da eliminare alcune etnie e razze; altri stanno progettando attraverso una specie di ingegneria genetica, una sorta di insetti in grado di distruggere colture specifiche. Altri sono impegnati anche in una specie di terrorismo ecologico in base al quale si possa alterare il clima, generare terremoti, eruzioni vulcaniche a distanza attraverso l’uso di onde elettromagnetiche.Esistono quindi molte menti ingegnose che sono al lavoro che cercano il modo di provocare terrore contro altre nazioni. E’ reale, questo è il motivo per cui dobbiamo intensificare i nostri sforzi, ed è per questo che è così importante “.

Jacques Cousteau Ambasciatore UNESCO 1991:

“Al fine di salvare il pianeta sarebbe necessario uccidere 350.000 persone al giorno.”

Jacques Cousteau, Popolazione: Punti di vista opposti:

Se vogliamo che il nostro sforzo precario abbia successo, dobbiamo convincere tutti gli esseri umani a partecipare alla nostra avventura, e dobbiamo trovare urgentemente soluzioni per contenere l’esplosione demografica che ha una diretta influenza sull’ impoverimento delle comunità svantaggiate. In caso contrario, un risentimento generalizzato genererà odio, ed il più brutto genocidio che si possa immaginare, che coinvolgerà miliardi di persone, sarà inevitabile “.

“La crescita demografica incontrollata e la povertà non devono essere combattute dall’interno, dall’Europa, dal Nord America, o qualunque nazione o gruppo di nazioni, ma deve essere attaccato dall’esterno – da organismi internazionali supportati in questo lavoro formidabile da organizzazioni competenti e totalmente non governative “.

Bertrand Russell, L’Impatto della Scienza sulla Società (The Impact Of Science On Society) 1953

Non pretendo di dire che il controllo delle nascite sia il solo mezzo per impedire ad una popolazione di aumentare. Ce ne sono altri… la guerra è piuttosto deludente a riguardo, ma una guerra batteriologica potrebbe rivelarsi efficace. Se una peste potesse propagarsi nel mondo ad ogni generazione, i sopravvissuti potrebbero procreare liberamente senza riempire troppo il mondo.. Lo stato delle cose potrebbe essere un po ‘sgradevole, ma che importa? Le persone veramente nobili sono indifferenti alla felicità, soprattutto a quella di altre persone … Ci sono tre modi di garantire una società che voglia essere stabile per quanto riguarda la popolazione. Il primo è quello del controllo delle nascite, il secondo quello dell’infanticidio o con guerre realmente distruttive, e il terzo attraverso una povertà generale, fatta eccezione per una potente minoranza … ”

Henry Kissinger, 1978:

La politica degli USA nei confronti del Terzo Mondo dovrebbe essere di spopolamento.

David Rockefeller, 2000:

Siamo sull’orlo di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la “giusta crisi” globale e le nazioni accetteranno il “Nuovo Ordine Mondiale”.

David Rockefeller: Memorie 2002 Fondatore del CFR (Memoirs):

Noi controlliamo le istituzioni politiche e economiche americane. Alcuni credono che facciamo parte di una cabala segreta che manovra contro gli interessi degli Stati Uniti, definendo me e la mia famiglia come ‘internazionalisti’ e di cospirare con altri nel mondo per costruire una struttura politica ed economica integrate – un nuovo mondo, se volete. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole, e sono orgoglioso di esserlo”.

David Rockefeller, Co-fondatore della Commissione Trilaterale:

Siamo grati al Washington Post, al New York Times, al Time magazine, e ad altre grandi pubblicazioni i cui direttori hanno partecipato ai nostri incontri e hanno rispettato le loro promesse di discrezione per quasi quarant’anni. Sarebbe stato impossibile per noi, sviluppare il nostro progetto per il mondo se fossimo stati esposti alle luci della pubblicità nel corso di questi anni. Ma il mondo è adesso più sofisticato e pronto a marciare verso un governo mondiale che non conoscerà mai più la guerra, ma solo la pace e la prosperità per l’intera umanità. La sovranità sovranazionale di una élite intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente preferibile all’autodeterminazione nazionale esercitata nei secoli passati.

Thomas Ferguson, Funzionario del Caso Latino-Americano per l’Ufficio del Dipartimento di Stato per gli Affari sulla Popolazione(OPA) (fondato da Henry Kissinger nel 1975):

C’è un unico tema dietro ogni nostro lavoro – dobbiamo ridurre il livello della popolazione. O essi [i governi] utilizzano i nostri metodi, attraverso strategie piacevolmente pulite o riceveranno lo stesso tipo di disordine che abbiamo in El Salvador, o in Iran o a Beirut. La popolazione è un problema politico. Una volta che la popolazione è fuori controllo si richiede un governo autoritario, anche il fascismo, per ridurla. “I professionisti”, ha detto Ferguson, “non sono interessati a ridurre la popolazione per motivi umanitari. Questo ci suona bene. Puntiamo alle risorse ed ai vincoli ambientali. Puntiamo alle nostre esigenze strategiche, e diciamo che questo paese deve ridurre la sua popolazione, altrimenti avremo problemi.

“Il dado è tratto. El Salvador è un esempio in cui la nostra incapacità di ridurre la popolazione in modo semplice ha creato le basi per una crisi della sicurezza nazionale. Il governo di El Salvador ha omesso di utilizzare i nostri programmi per ridurre la sua popolazione. Ora per questo avranno una guerra civile …. Ci saranno disordini e scarsità di cibo. C’è ancora troppa gente lì. “(1981)

Segretario della Difesa William S. Cohen, April 28, 1997; Testimonanza davanti alla Commissione Congressuale:

Forme avanzate di guerra biologica in grado di colpire specifici genotipi possono trasformare la guerra biologica da un regno del terrore a uno strumento politicamente utile.

Sir Julian Huxley, UNESCO: suoi Scopi e la sua Filosofia:

L’unificazione politica in una qualche sorta di governo mondiale sarà necessaria … Così come si crede che una politica eugenetica radicale sarà per molti anni politicamente e psicologicamente impossibile, sarà importante per l’ UNESCO fare in modo che la questione eugenetica sia esaminata con la massima cura, e che l’ opinione pubblica sia informata delle questioni in gioco, affinché ciò che oggi è inimmaginabile possa alla fine diventare immaginabile.” Agli inizi degli anni ’50, l’ex comunista Joseph Z. Kornfeder espresse l’opinione che l’UNESCO fosse paragonabile al dipartimento di agitazione e propaganda del Partito Comunista. Egli ha dichiarato che un tale apparato di partito “si occupa della strategia e del metodo per arrivare alla mente del pubblico, giovani e vecchi.” Huxley condirebbe l’agenzia con una serie variegata di comunisti e compagni di viaggio.

ll presidente Richard Nixon riteneva che l’aborto fosse necessario come forma di eugenetica, per evitare le nascite interraziali.

Theodore Roosevelt a Charles B. Davenport, 3 Gennaio 1913, Charles B. Davenport Papers, Dipartimento della Genetica, Cold Spring Harbor, N.Y.:

Spero ardentemente che agli uomini disonesti venga impedito del tutto di procreare e che ciò avvenga non appena la cattiva natura di questa gente sia sufficientemente provata. I criminali dovrebbero essere sterilizzati e ai malati di mente dovrebbe essere vietato avere dei figli, è importante che solo la brava gente si perpetui.

Theodore Roosevelt:

La società non ci guadagna alcunché permettendo che i criminali si riproducano… ogni gruppo di agricoltori, che non ha permesso ai loro stock di riprodursi, e ha lasciato che tutto l’incremento provenisse dallo stock peggiore, sarebbe stato trattato come inquilini adatti ad una prigione …. Un giorno ci renderemo conto che il primo dovere, il dovere irrinunciabile di buoni cittadini del tipo giusto è quello di lasciare il proprio sangue dietro di sé nel mondo; e che non abbiamo alcun affare per consentire la perpetuazione di cittadini di tipo errato . Il grande problema della civiltà è quello di garantire un aumento relativo del prezioso rispetto a elementi meno preziosi o nocivi nella popolazione … Il problema non può essere affrontato a meno che non si dia la massima considerazione all’enorme influenza dell’eredità …

Carl Teichrib:

La Georgia Guidestones, un enorme monumento di granito piantato nella campagna della Georgia, contiene un elenco di dieci nuovi comandamenti per i cittadini della Terra. Il primo comandamento, quello che riguarda questo articolo, semplicemente afferma, “Mantenere l’umanità sotto le 500.000.000 unità, in perenne equilibrio con la natura.”

Robert Walker, ex presidente della PepsiCola and Procter & Gamble riguardo all’acqua:

L’acqua è un dono della natura. La sua distribuzione non lo è. Essa deve avere un prezzo per assicurarsi che venga utilizzata in modo sostenibile.

Ted Turner rende la dichiarazione radicale che, “una popolazione totale di 250-300 milioni di persone, con un calo del 95% rispetto ai livelli attuali, sarebbe l’ideale”

Margaret Sanger (fondatrice di Planned Parenthood, fondata dai Rockefellers) ha affermato nel suo “The American Baby Code”, con l’intento che diventi legge:

“La cosa più misericordiosa che una famiglia fa per uno dei suoi bambini è di ucciderlo.”

Questa è la donna (Margaret Sanger) alla quale Hillary Clinton ha dichiarato pubblicamente di ispirarsi, durante i dibattiti presidenziali del 2008.

Ecco un breve elenco di alcuni sostenitori dell’eugenetica: Alexander Graham Bell, George Bernard Shaw, H. G. Wells, Sidney Webb, William Beveridge, John Maynard Keynes, Margaret Sanger, Marie Stopes, Woodrow Wilson, Theodore Roosevelt, Emile Zola, John Maynard Keynes, John Harvey Kellogg, Winston Churchill, Linus Pauling, Sidney Webb, Sir Francis Galton, Charles B. Davenport Futurist Barbara Marx Hubbard (che voleva creare un Dipartimento per la Pace).

Nell’intero spettro della natura umana, un quarto è votata a prevalere … Un quarto è pronta a scegliere così, a seguire l’esempio degli altri, … Un quarto è resistente ad emergere. Non sono attratti da una vita in continua evoluzione. Un quarto è distruttivo. Sono nati arrabbiati con Dio … Sono semi difettosi … Ci sono sempre stati i semi difettosi. In passato sono stati autorizzati a morire di ‘morte naturale’ … noi, gli anziani, abbiamo pazientemente aspettato fino all’ultimo momento prima della trasformazione quantistica, di intervenire per annientare questo elemento corrotto e corruttore nel corpo dell’umanità. E’ come guardare un cancro crescere … Ora, avvicinandoci alla svolta epocale da un essere umano ad un essere umano co-creativo, l’Uomo, erede di poteri simili a Dio, deve eliminare quel quarto di umanità dal corpo sociale.

Non abbiamo scelta, miei cari. Fortunatamente voi, miei cari, non siete responsabili di questo atto.

Noi lo siamo. Abbiamo il compito del processo di selezione di Dio che riguarda il pianeta Terra. Lui seleziona, noi distruggiamo. Noi siamo i cavalieri del cavallo pallido, la Morte. Siamo venuti a portare la morte a coloro che non sono in grado di conoscere Dio … i cavalieri del cavallo pallido sono in procinto di passare in mezzo a voi. I Terribili Mietitori, sapranno separare il grano dal loglio. E’ questo il periodo più doloroso della storia dell’umanità … ”

Alexander Haig viene citato in riferimento al Dipartimento di Stato Americano degli affari demografici, che è stato istituito da Henry Kissinger nel 1975. Il nome è stato successivamente cambiato in Ufficio degli Oceani, Ambientalismo Internazionale e degli Affari scientifici.

“Di conseguenza, l’Ufficio degli Oceani, Affari Ambientali e scientifici internazionali, ha costantemente bloccato le politiche di industrializzazione nel Terzo Mondo, negando l’accesso alle nazioni in via di sviluppo alla tecnologia per l’energia nucleare, politiche che avrebbero garantito alle nazioni di sostenere la crescita di popolazione. Secondo le fonti del Dipartimento di Stato e lo stesso Ferguson, Alexander Haig è un forte sostenitore del controllo della popolazione.”

Anche se le citazioni riportate qui sopra dovrebbero essere sufficienti a dimostrare che l’élite al potere ha il preciso intento di spopolare questo pianeta a quello che ritengono essere un livello sostenibile, alcuni sostengono che queste sono solo opinioni e non hanno alcun effetto reale. Passo ora a fornire pezzi di documentazione che dimostrino che questo è un piano che ha una portata di influenza mondiale.

La maggior parte di questi documenti sono vecchi di almeno 10 anni, alcuni altri ancora di più. Questo tuttavia, non deve distogliere dalla gravità del loro contenuto. Non pensiate non siano validi a causa della loro età. Ci vuole tempo per attuare piani su una così grande scala. Ma, se sarete onesti con voi stessi, potrete notare scorci di queste cose accadere oggigiorno.

Ora andrò a parlare di alcuni problemi derivanti dal trattato delle Nazioni Unite sulla diversità biologica (Agenda 21), che Bill Clinton ha trasformato in legge nel 1993, prima che fosse inviato al Senato degli Stati Uniti per la ratifica.

EPA Internal Working Document Ecosystem Management:

Il ramo esecutivo dovrebbe dirigere le agenzie federali per valutare le politiche nazionali …. alla luce delle politiche e degli obblighi internazionali, e di modificare le politiche nazionali per raggiungere gli obiettivi internazionali. ”

“In altre parole, i nostri burocrati federali scrivono la legge di diritto degli Stati Uniti, indipendenti del Congresso che ha l’autorità costituzionale per farlo. Stanno cambiando i regolamenti e creando leggi dal nulla “.

“Non stanno più lavorando per il popolo degli Stati Uniti. Stanno lavorando per la comunità internazionale. Ci sono così tanti trattati redatti che hanno (di fatto) legato agli Stati Uniti. Considerando che alcuni dei trattati non erano un problema, l’abbondanza (100′s) di loro hanno ormai preso il controllo su tutte le nostre vite” -Michael Coffman

Trattato ONU sulla Valutazione della Biodiversità e sulla Cultura Auspicabile:

“… Le società tradizionali hanno considerato alcuni siti come sacri, dove la maggior parte delle attività umane sono vietate”.

Questo è il cuore della Convenzione sulla biodiversità. Bloccare fino a quasi il 50% della superficie terrestre degli Stati Uniti è la loro idea di proteggere la diversità biologica.” -Michael Coffman

Trattato ONU sulla Biodiversità e uso dei Fertilizzanti Non Sostenibili:

Che i fertilizzanti abbiano svolto un ruolo essenziale nella produzione dei raccolti nel mondo, è pacifico. Si stima che, se l’uso di fertilizzanti cessasse, i raccolti del mondo sarebbero tagliati quasi a metà. Tuttavia, il lato negativo della equazione è che i nitrati provenienti dai fertilizzanti infiltrati nelle falde acquifere sotterranee e sono seriamente coinvolti nel eutrofizzazione dei laghi, dei fiumi e gli ecosistemi costieri, spesso causando cambiamenti drastici nella flora e della fauna “.

“Sono disposti a fare una scelta che ridurrà l’offerta mondiale di cibo della metà, o più, in quanto probabilmente ridurranno l’uso dei pesticidi sapendo bene quante persone moriranno”. -Michael Coffman

Valutazione della Biodiversità ONU sulla Sostenibilità della Popolazione Umana; Senato USA 9 Settembre 1994:

Una stima ragionevole per la società del mondo industrializzato per lo standard della qualità della vita attuale del Nord America dovrebbe essere un miliardo di persone. Questo traguardo dovrebbe essere raggiunto entro 30-50 anni, due terzi della popolazione deve essere tagliato.

L’ONU dice che il diritto alla proprietà non è assoluto e immutabile, ma c’è per la convenienza di qualsiasi cosa voglia fare il governo.” – Michael Coffman

A nessuno appartiene la biodiversità, perciò tutto ciò che facciamo incide sulla biodiversità. I diritti sulla proprietà diventano insensati. Al summit di Rio De Janeiro è stato deciso che il Global Enviromental Facility diventerà il depositario di tutti i diritti sulla proprietà. – Michael Coffman

Valutazione della Biodiversità Sguardo Mondiale sulla Civilizzazione Occidentale Sezione 12.2.3, Pag. 835:

La visione del mondo occidentale è caratterizzata da società su larga scala, fortemente dipendenti da risorse spostate lungo distanze considerevoli. E’ una visione del mondo che è caratterizzata dalla negazione dei sacri attributi della natura.. che è andato consolidandosi circa 2000 anni fa con le tradizioni religiose Giudaiche, Cristiane e Islamiche.

Questo trattato considera le rocce esseri viventi sullo stesso piano degli esseri umani. Molti credono che le rocce si reincarnno in forme di vita inferiori, e progressivamente in esseri umani.

Ufficio della gestione della Terra Documento Lavori Interni

Dimensioni Umane della Gestione dell’Ecosistema Obiettivo/Scopo:

“Tutte le attività di gestione degli ecosistemi dovrebbero considerare gli esseri umani come risorse biologiche …” (Reminescenza di Soylent Green)

Questo documento è stato portato davanti al Congresso. Questa affermazione ha creato un tale clamore che è stato rimosso. Indipendentemente dalla sua rimozione, serve ancora a dimostrare la mentalità di queste persone, e solo perché questo è stato rimosso da un documento non significa che sia stato rimosso dai pensieri e degli obiettivi prefissati da coloro che lo hanno scritto, oppure da coloro i quali ci credono.

“Se l’élite avesse la gestione degli ecosistemi, l’uomo non avrebbe più valore di una roccia.” – Michael Coffman

Valutazione della Biodiversità ONU sulla Sostenibilità della Popolazione Umana:

“La crescita della popolazione ha superato la capacità della biosfera” (vale a dire la terra) “Si stima che un ‘mondo agricolo’ in cui la maggior parte degli esseri umani sono i contadini dovrebbero essere in grado di sostenere dai 5 ai 7 miliardi di persone.”

Ora mi sembra sia un momento opportuno per parlare di altre aree del governo, nonché delle organizzazioni private che vorrebbe vedere la diminuzione della popolazione del mondo ad una velocità incredibile (fino al 90%). Questa è una buia, sanguinosa agenda che causa privazione e dolore terribile a milioni di persone.

WWF (World Wildlife Fund), World Resources Institute International Union for the Conservation of Nature (IUCN):

La IUCN comprende l’EPA, US Fish & Wildlife Service, il National Park Service, gli Stati Uniti Forest Service, Sierra Club, il Nature Conservancy, la National Wildlife Fund, la National Audubon Society, National Resources Defense Council, l’UNESCO, la Difesa Ambientale Fondo, il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, ecc

IUCN 1992 Clausola su Ambiente e Sviluppo:

“Alla fine una rete di zone selvagge avrebbe dominato una regione, e quindi essa costituirà la matrice, con abitazioni umane nelle isole. La restante metà degli Stati Uniti sarebbe stata utilizzata come zona cuscinetto “.

“La notte prima della ratifica di questo trattato, il senatore Mitchell l’ha ritirato dal calendario e non è mai stato votato. Ci sono voluti quattro uomini, devoti a Dio, per bloccare questo trattato. Il Trattato è ancora in attesa dietro le quinte. All’atto della ratifica, gli Stati Uniti non avranno alcuna possibilità di proteggere i propri cittadini. “Michael Coffman

Henry Kissinger aveva un piano simile, di usare il cibo come arma nel 1974, come si trova nel National Security Study Memorandum 200: Implications of Worldwide Population Growth for US Security and Overseas Interests, che è stato adottato come politica ufficiale dall’ allora presidente Gerald Ford nel novembre del 1975. Questo Memorandum delineò un piano segreto per ridurre la crescita della popolazione nei paesi meno sviluppati per mezzo di controllo delle nascite, e implicitamente, guerre e carestie. Brent Scowcroft, che aveva allora sostituito Kissinger come National Security Advisor, (lo stesso posto che Scowcroft terrà sotto l’amministrazione Bush), è stato messo a capo della realizzazione del piano. Al Direttore della Cia George H.W. Bush è stato ordinato di assistere Scowcroft, come lo erano i Segretari di Stato, del Tesoro, della Difesa e l’agricoltura.

Questo documento non è mai stato abbandonato, solo alcune parti sono state modificate, lasciando inalterato il senso fondamentale del controllo della popolazione da parte del governo degli Stati Uniti.

I maggiori responsabili della formulazione di questo documento sono i seguenti:

Henry Kissinger, Richard Nixon, Margaret Sanger, Paul Ehrlich, Werner Fornos, Timothy Wirth, The United Nations Population Fund, The United States Agency for International Development, Planned Parenthood Federation of America, International Planned Parenthood Federation, The Club of Rome, UNICEF, WHO, United Nations World Bank

Il documento può essere letto qui nella sua interezza, insieme con le altre organizzazioni e individui complici di questo abominio:

Si noti che anche Adolph Hitler ha utilizzato il cibo come arma, affermando che il cibo è “uno strumento bellissimo … per le manovrare e disciplinare le masse.” Il cibo è stato usato come arma di guerra per secoli. Perché, allora, sarebbe scandaloso per l’élite utilizzare il cibo come arma, sia fisica sia psicologica, in una guerra dichiarata alla sovrappopolazione? Non sarebbe affatto scandaloso. Come è stato detto più volte, la storia si ripete.

Ora ci occuperemo della Carta della Terra.

The Earth Charter; Una religione globale radicale, creato da Mikhail Gorbachev and Michael Strong:

“L’iniziativa della Carta della Terra riflette la convinzione che un cambiamento radicale di atteggiamento e di valori dell’umanità sia essenziale per raggiungere obiettivi sociali, economici e di benessere ecologico nel 21° secolo … la Commissione prevede di rilasciare una versione definitiva della Carta sotto forma di trattato popolare a partire dalla metà del 1998. La Carta sarà presentata all’Assemblea Generale dell’ONU nel 2000 … (dove sarà) fornendo un documento molto forte che rifletta l’emergente nuova etica globale. “Questo è un documento senza precedenti… il primo componente di una governance globale autentica. Stiamo lavorando per il dialogo e la pace. Stiamo dimostrando la nostra capacità di esercitare il controllo sul nostro destino in uno spirito di solidarietà per organizzare la nostra sovranità collettiva su questo pianeta, il nostro patrimonio comune “.

Al popolo americano non è stato permesso di vedere questo documento. Gli americani non vogliono le Nazioni Unite a capo di un governo mondiale. L’unica cosa che la maggior parte delle persone vuole veramente, al di sopra tutto il resto, è la loro libertà. O l’apparenza della libertà che abbiamo lasciato devo dire.

In occasione del Vertice della Terra di Rio de Janeiro, il Consiglio Presidenziale per lo sviluppo sostenibile nel 1996 è giunto alla conclusione che la popolazione umana del mondo non dovrebbe superare i 500 milioni di persone. Si tratta di una riduzione del 93% della popolazione!

Secondo il video delle Nazioni Unite, “Armati fino ai denti”, e anche nella regolamentazione Freedom From War – messe in vigore da JFK nel 1961- il disarmo generale e completo e la potenza militare americana è stata data, in pieno, alle Nazioni Unite. Questa è una perdita di sovranità per l’America. (articolo : http://www.scribd.com/doc/5009662/Freedom-From-War)

The Earth Charter (1992), Una Visione Spirituale :

“Un consenso ha determinato che la Carta della Terra debba essere … l’articolazione di una visione spirituale che rifletta i valori spirituali universali, che comprendano i valori etici senza però limitarsi a essi… una Carta di un popolo che serva come codice universale di condotta per i cittadini, gli educatori , dirigenti d’azienda, scienziati, leader religiosi, gli organizzatori di agenzie non-governative e consigli nazionali di sviluppo sostenibile, e una dichiarazione di principi che possano servire per le basi di una tassa “soft”, quando approvato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. ”

Nella sua forma originale, La Carta della Terra ha miseramente fallito a causa del palese approccio panteista. Gorbaciov e Strong hanno lavorato diligentemente per cambiare il linguaggio e farlo apparire meno evidente. Ci si potrebbe chiedere che cosa la Carta della Terra abbia a che fare con lo spopolamento. Essa ha a che fare con esso. Ecco un breve riassunto di ciò che la Carta vale per noi:

* “Riconoscere che tutti gli esseri viventi sono interdipendenti e che ogni forma di vita ha valore …” (bambini non ancora nati, ovviamente, non sono inclusi nella definizione delle Nazioni Unite di “ogni forma di vita.” Il secondo documento dell’Earth Summit continua a sostenere le politiche delle Nazioni Unite pro-aborto)

* “Affermare la fede nella dignità di tutti gli esseri umani.” (le Agenzie delle Nazioni Unite, tuttavia, sostengono le politiche di eutanasia per coloro che sono dichiarati non in grado di vivere una vita di qualità.)

* “Adottare a tutti i livelli piani di sviluppo e regolamentazioni sostenibili ” (Questa è una ricetta per il socialismo a livello mondiale in un super-stato regolamentato a livello mondiale.)

* “Prevenire l’inquinamento di qualsiasi parte dell’ambiente …” (forzare questo significherebbe fermare praticamente tutte le attività umane.)

* “Internalizzare i costi ambientali e sociali di beni e servizi nel prezzo di vendita.” (Questa frase apparentemente innocua consente allo Stato di regolare prezzo, tasse e tutta la produzione e il consumo di beni)

* “Garantire l’accesso universale ai servizi sanitari che promuova la salute riproduttiva e la riproduzione responsabile. (Questo è un invito subdolo, che include l’aborto e il controllo della popolazione.)

* “Eliminare le discriminazioni in tutte le sue forme, come quella basata sulla razza … [e] l’orientamento sessuale.” (Questa disposizione è chiaramente intesa a criminalizzare coloro che si rifiutano di accettare l’omosessualità come positiva e buona.)

* “Promuovere un’equa distribuzione della ricchezza all’interno delle nazioni e tra le nazioni.

La Carta della Terra non è stata ratificata. Non fate l’errore di credere che non è stata intessuta nella nostra società, però! Viene insegnata nelle nostre scuole e promossa spudoratamente da Hollywood, le Nazioni Unite, NBC (di proprietà di GE), ABC, CBS, CNN, HLN e tutte le stazioni di proprietà Fox, con l’eccezione della Fox News, al fine di mantenere i sostenitori accecati dalle macchinazioni di Rupert Murdock. Non lasciatevi ingannare!

Il diritto di procreare liberamente ci verrà presto tolto, così come è stato in Cina per molti anni. Non solo non ci sarà consentito di avere figli, ma chi verrà catalogato come un mangiatore “inutile” (un termine coniato da Henry Kissinger), sarà soggetto a eutanasia: abbattuto senza pietà.

In Svezia, lo “Sterilization Act” del 1934 prevedeva la sterilizzazione volontaria di alcuni pazienti malati di mente. La legge è stata approvata, mentre il partito socialdemocratico svedese era al potere, anche se è stata sostenuta anche da tutti gli altri partiti politici in Parlamento all’epoca, così come dalla Chiesa luterana e da gran parte della professione medica. -Wikipedia

In America è prevista l’entrata in vigore del Codex Alimentarius (CA) il 31 dicembre 2009.

Il Codex Alimentarius ha il compito di regolamentare praticamente tutto ciò che viene messo in bocca, che non sia un farmaco. L’Organizzazione mondiale del commercio (OMC o WTO) ha accettato il Codex Alimentarius e ogni Paese che aderisce al WTO deve aderire al Codex Alimentarius. In ogni controversia tra 2 paesi, quello che aderisce al Codex vince automaticamente. Questo è piuttosto uno stimolo per tutte le nazioni ad aderirvi. – Rima Laibow

Le linee guida del Codex stabilite per vitamine e minerali sembrano essere facoltative, tuttavia, si prevede che diventino obbligatorie a partire dal 31 dicembre 2009.

Nel 1994, il Codex Alimentarius ha classificato delle sostanze nutritive come veleni: Vedere la Dietary Supplement Health Education Act (DSHEA). Eppure, il fluoro è accettabile! Perché? Perchè crea assoggettamento. Sostanze nutrienti corrette garantiranno una vita più lunga e sana. E ciò non è affatto in linea con il piano di spopolamento.

Tratto da Esoteric Agenda, un documentario di Ben Stewart:

Dunque, nel 1962 hanno detto che stavano lavorando all’implementazione mondiale del “Codice Alimentare” per il 31 dicembre del 2009. Il comitato del Codice Alimentare è amministrato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Organizzazione per l’Agricoltura e l’Alimentazione (FAO) le quali finanziano il “Codice” e lo rendono esecutivo per la richiesta dell’ONU.

Se osservate le statistiche secondo la OMS e la FAO, famose nella previsione delle epidemie, esse predicono che solamente la carenza di vitamine e minerali, da sole, quando si attuerà l’implementazione globale il 31 dicembre 2009, faranno un minimo di 3 miliardi di morti; un miliardo dovuto alla fame. Due miliardi moriranno per malattie prevenibili conseguenti la denutrizione.

Le Nazioni Unite hanno emesso dozzine di supposti documenti pubblici nei quali stanno invocando a una riduzione dell’80% della popolazione mondiale. Tanto è vero che, nella Conferenza mondiale della Donna celebrata a Pechino nel 1997 il direttore del programma alimentare dell’ONU disse: “siamo pronti a usare il cibo come arma contro le persone”

Secondo il Codex Alimentarius, il cibo sarà limitato e il consumo di acqua verrà ridotto a 10 galloni al giorno, per persona. L’americano medio utilizza 140 galloni d’acqua ogni giorno. I cibi forniti saranno geneticamente modificati e carente a livello nutritivo.

Come da Codex Alimentarius (CA) in data di attuazione del 31/12/09, in presenza di una carestia in tutto il mondo, sarà illegale inviare biscotti ad alta densità di nutrienti. O distribuirli!

Una volta che un paese aderisce al CA, lo stesso non potrà mai essere abrogato.

L’ adesione all’OMC priva le nazioni aderenti di qualsiasi sovranità. La Germania ora aderisce al CA.

Il Codex Alimentarius va di pari passo con l’Agenda 21 e il trattato di Kyoto. Il termine per l’attuazione sia Agenda 21 e il trattato di Kyoto è il 2012. “(Rima Laibow)

Agenda 21, fu generata al vertice di Rio del 1992. Agenda 21 (A 21), alias Smart Growth (Sviluppo Intelligente), regionalismo, Processi di visioning, piani d’azione, valori condivisi; 20/20, Best Practices; Festival Comunità & partenariati pubblico-privato.

Questi sono i nomi con i quali identificherete l’ A 21, le parole chiave.

Ogni contea deve istituire un Consiglio per controllare l’attuazione della A 21. A 21 è lo sviluppo sostenibile. Steven Rockefeller istituì la Carta della Terra, di cui sopra. La Carta della Terra è la nuova religione del Mondo Unificato: il culto della Terra. La Terra è considerata ‘sacra’, e la sua protezione è una ‘credenza sacra’. Responsabilità globale richiederà cambiamenti fondamentali nei valori, comportamenti e atteggiamenti di governo, settore privato e società civile.

Nell’ambito dello sviluppo sostenibile, l’uomo è considerato responsabile dell’inquinamento del pianeta ed è subordinato a tutte le altre creature viventi. Questa è una contraddizione con la Bibbia, dove Dio ha posto l’uomo in una posizione dominante su tutta la terra. L’élite si adopererà a servire la creatura piuttosto che il Creatore.

“L’agenda ambientale è un programma di culto spirituale con la terra alla sua radice. Come tali, le seguenti pratiche sono tutte considerate insostenibili: i combustibili fossili, concimi artificiali, i moderni sistemi di produzione agricola, l’acqua di irrigazione, erbicidi, pesticidi, terreni agricoli, pascoli, pascolo del bestiame, il consumismo, le abitudini alimentari, sale, zucchero, privato di proprietà, strade lastricate, dighe, serbatoi, attività di disboscamento, recinzioni dei pascoli “. – Joan Peros

“Ogni risorsa ambientale deve essere misurata. Ciò che è misurabile va gestito sotto il Progetto dell’ Analisi dell’Ecosistema del Millennio (Millenium Ecosystem Assessment Project)”. – Joan Peros

Tra le cose da considerarsi insostenibili, come citato prima, vi sono inclusi il Monoteismo e l’unità della famiglia. Il piano sulla salute del presidente Obama è in accordo con l’ A21. All’interno del piano sulla salute l’unità della famiglia è pesantemente minata. Ognuno al di sopra dei 65 anni d’età dovrà sottomettersi a “consulenze per la fine della vita” presso dei medici ogni 5 anni. La pratica abortiva verrà spinta al max specialmente con sterilizzanti voluti dai Signori della Scienza posti direttamente nelle nostre condutture idriche. Uno dei delegati dell’amministrazione di Obama ha dichiarato in un libro che un bambino potrebbe essere eliminato entro i 2 anni! Che genere di mostro potrebbe pensare che questa cosa sia accettabile?

Approssimativamente furono usati gli stessi termini per definire lo Sviluppo Sostenibile nella Costituzione Sovietica del 1997.

Il Rapporto di Dipendenza Familiare, sotto l’ONU, riguarderà ogni ambito familiare. Verrà calcolato quanto una famiglia produce in base a ciò che consuma (per es. risorse) attraverso le bollette dell’acqua e dell’energia elettrica. ecc. Consumi più di quanto produci? Stai apportando alla collettività o semplicemente togliendo agli altri? Questo è il sistema col quale i poteri determineranno se sei un cittadino produttivo o per drila come Henry Kissinger un “mangiatore a sbafo”.

Nel 1990 il Principe Carlo d’Inghilterra ha istituito il Forum dei Leader del Business del Principe del Galles, per riunire le 50-60 società più di spicco multinazionali e transnazionali che decidano i governi in tutto il mondo. E’ questa la vera definizione di Fascismo.

Qui mi devo fermare. Posso aggiungere solo questo al momento, vista la velocità con la quale le cose vanno avanti. Ma al il 31 Dicembre non è molto lontano, mancano solo 4 mesi. Dovevo dirlo. C’è poco tempo.

Se tutto ciò vi sembra onesto, per favore diffondetelo ovunque possiate. Speditelo via E-mail, sui blog, postatelo nei forum;

Fate ciò che dovreste fare. Le persone sono addormentate. Vanno risvegliate. I vaccini obbligatori sono dietro l’angolo.

Queste cose accadranno. Il nostro lavoro è di avvertire le persone. Vi chiedo per favore di metterle in guardia.

Approfondimenti

Articolo tratto da Ambientalismo di Razza sulle teorie eugenetiche

National Security Memorandum 200 – Italiano

Documentario Endgame (dalla parte 10 in poi)

Documentario Esoteric Agenda (dalla parte 6 in poi)

La Dottoressa Rima Laibow sul Codex Alimentarius

Articoli sull’ eugenetica

Articoli sulla riduzione della popolazione

Articoli sull’ ambientalismo

Articoli sul Club of Rome

Articoli sul Codex Alimentarius

Post-fazione…Salve, questa è una postfazione a quanto trovate sopra.

Avremmo dovuto mettere questa nota come prefazione, scusateci, ma ormai avevamo già diffuso questa traduzione su altri blog e forum e ci stanno arrivando sequele di insulti che ci danno dei cattolici o ultraconservatori.

E’ una traduzione, non è il nostro pensiero.

Va considerato che questi sono sia la visione che i commenti di Alex Jones, che come già ben saprete, è fortemente nazionalista e legato ad ambienti gesuiti americani.

Quindi certi commenti, non rispecchiano la visione del gruppo dei traduttori, ma fornisce al tempo stesso una visione alquanto realistica di quanto è nei piani dei vertici mondiali, dal momento che certe dichiarazioni, documentazioni, prese d’iniziative, se non quando leggi e norme sono incofutabilmente state prese e messe in atto.

Era doveroso specificare questo proprio per evitare inutili perdite di tempo da parte di chi volesse postare insulti a riguardo.

Se proprio dovete farlo, prendetevela con Alex Jones ed Infowars.

Saluti.

22 giugno 2012

EDUCAZIONE SESSUALE A 5 ANNI, LA NUOVA FRONTIERA DELL’ONU

Filed under: ONU — giacomo.campanile @ 10:02
di Alessandra Nucci
Nella stessa settimana in cui l’UNFPA, il Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione, davanti alle molte critiche ha tolto il proprio patrocinio da una guida all’educazione sessuale molto spinta, la stessa organizzazione ha promosso una conferenza a Berlino, in collaborazione con il governo tedesco, per istruire 400 attivisti sul come fare pressione su diversi paesi affinché finanzino e forniscano programmi sessuali dello stesso tipo, oltre all’aborto.

http://www.svipop.org/sezioniTematicheArticolo.php?idArt=508

La spiritualità delle Nazioni Unite

Filed under: MASSONERIA,ONU — giacomo.campanile @ 09:45

di Alessandra Nucci

L’Organizzazione delle Nazioni Unite fu fondata alla fine della seconda guerra mondiale allo scopo buono di prevenire altre guerre. Le nazioni sovrane avrebbero avuto un forum dove incontrarsi e parlare delle reciproche istanze prima di arrivare ad un conflitto armato.

Dietro e in parallelo a questo fine dichiarato esiste però anche una dimensione occulta, che ha le sue lontane radici nella Teosofia, la dottrina da cui è scaturito il New Age. Lo si vede nelle attività educative e religiose dell’ONU.

Già il fatto che l’ONU abbia delle attività educative e soprattutto religiose dovrebbe impensierire. Il concetto spesso ripetuto è che si vogliono formare i cittadini del mondo, un concetto apparentemente buono, ma che implica il volerci conformare tutti ad un’unica matrice. In campo religioso questo è inammissibile; significa, con la scusa dell’unità, voler relativizzare tutte le religioni, proibire di credere che esista una verità assoluta.

Verso il sincretismo

Le Nazioni Unite promuovono l’unità appoggiando iniziative che mettono insieme tutti i credo possibili e immaginabili, in condizioni di assoluta e obbligatoria uguaglianza. Come al solito, a qualcuno può suonare bene, può parere un fatto di democraticità, ma a ben guardare non è difficile capire che si tratta di un’intromissione dall’alto nella sfera del pensiero e delle preferenze personali che dovrebbe essere terreno assolutamente vietato a qualunque formazione governativa, nazionale o sovranazionale che sia, di un mondo che si definisce libero.

Eppure  le iniziative interreligiose che ruotano intorno all’ONU sono talmente tante che tentare di elencarle tutte è impresa degna di un’opera monografica.  Rinvio per una pregevole elencazione ragionata al coraggioso volumetto di recente pubblicazione “Contro il cristianesimo, L’ONU e l’UE come nuova ideologia”[1], e mi limito qui a citarne solo alcune.

Una delle più note iniziative interreligiose è il World Council of Churches, Consiglio mondiale delle Chiese, che fu fondato ad Amsterdam nel 1948. Il  WCC mira ad aggregare tutte le tradizioni cristiane e, forte di questa missione,  è diventato una delle Ong (organizzazioni non governative) più attive e in vista fra quelle accreditate dall’ONU, facendo parte addirittura delle cinque iniziatrici dell’influente “Gruppo di Lavoro presso il Consiglio di Sicurezza” (ristretto a solo 30 rappresentanti di Ong, sulle oltre 2000 esistenti). Organizzazione che si presenta per definizione come fortemente rappresentativa, il Consiglio mondiale delle chiese è in realtà fortemente elitaria, la stragrande maggioranza dei cristiani non sa nemmeno della sua esistenza e la Chiesa cattolica, benché mantenga rapporti di dialogo e cooperazione, si è finora rifiutata di farne parte. Ciononostante il WCC si è fatto portabandiera dell’ecumenismo e con questa scusa ha imboccato anche la strada del sincretismo[2], include le derive gnostiche[3] e femministe[4] e usa il linguaggio cristiano per sostenere una visione della storia in termini di lotta di classe.

Attualmente la più attiva delle tante organizzazioni inter-religiose che gravitano intorno all’ONU è la United Religions Initiative, Iniziativa religioni unite, intrapresa nel 1995 dal vescovo episcopaliana di San Francisco William Swing (“episcopalian” è il nome preso dagli anglicani negli Stati Uniti) su invito dei vertici delle Nazioni Unite.

Se già il WCC era andato oltre l’ambito ecumenico, includendo in propri incontri anche riti indiani e relatori atei, il più recente URI, che sta cercando di diventare la principale voce religiosa alle Nazioni Unite,  include nelle sue fila, oltre ai protestanti e ai cattolici, anche le streghe, i druidi e i seguaci dei movimenti New Age.[5] Non solo, il fondatore, Rev. William Swing, si è anche mostrato apertamente ostile alle fedi monoteiste e ha dichiarato che “il proselitismo sarà illegale” nell’area che dice di voler creare, quella delle “Religioni Unite”[6]. È evidente che ciò discrimina in partenza i cristiani, della cui fede è parte integrante il mandato ad evangelizzare.

Da notare che, alla pari dei pronunciamenti dell’Unione europea, le critiche alle religioni che provengono dagli organismi interreligiosi di cui stiamo parlando si appuntano sempre e soltanto sul cosiddetto proselitismo – termine che svilisce e getta un’ombra di meschinità sull’ingiunzione di Gesù “andate e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato” (Mt 28, 19). Esse considerano tale proselitismo indice di “fondamentalismo”,  mentre ignorano sistematicamente le continue violazioni della libertà di religione nel mondo, ivi compreso il divieto di cambiare religione cui deve sottostare chiunque nasca musulmano o si converta all’islam.[7] A questo riguardo nel 2003 il Cardinale Jean-Louis Tauran – allora responsabile della politica internazionale della Santa Sede – descrisse l’ONU come:

“un mondo che talora fa della tolleranza la sua bandiera laica e che rifiuta a volte i valori della cultura       cristiana in nome dell’asserita parità di ogni convinzione”[8]

e sottolineò la mancata tutela della libertà religiosa  nel mondo:

“Fra i diritti umani un’attenzione particolare chiede il diritto alla libertà di coscienza e di religione, che include quello di cambiare la propria religione o credo e la libertà di insegnamento, di osservanza e    di culto, sia in pubblico sia in privato”[9]

Mettendo fianco a fianco accuse e reticenze, in pratica, si ha che invece di proteggere la libertà di religione, si colpevolizza la religione in generale, e in particolare quella cristiana, sia essa cattolica, ortodossa, protestante o non-denominazionale.

DA UVG 44:   Soprendentemente, però, mentre avanza, specie dopo l’11 settembre, l’assioma secondo cui le religioni vanno relegate tutte quante nell’ambito del privato – perché tutte quante si equivarrebbero, naturalmente in negativo (un’ottica che mette sullo stesso piano i perseguitati – di solito cristiani – con i persecutori[10]) l’area del pensiero orientale sembra sfuggire a questo assioma e a rimanere al di sopra dell’invito a diffidare. Questo perché:

1)  a dispetto delle cronache, nella percezione generale essa rimane collegata alla non-violenza predicata da Gandhi;

2)  è percepita come in qualche modo a-religiosa (il buddhismo in effetti, non venerando delle divinità, è una filosofia di vita e non una religione; ma l’induismo lo è!);

3)  è percepita come in qualche modo non-dogmatica (per il fatto di non ammonire “non avrai altro Dio all’infuori di me” ma di ammettere tante divinità);

4)  perché viene presentata, specie dalle femministe, come il modo di “salvare” il pianeta, in quanto intimamente rispettosa della natura, con cui è in sintonia;

5)  e perché viene presentata come di natura in qualche modo… scientifica!

*

Influssi orientali

L’unità in ambito cristiano ed ecumenico è termine e virtù che si riallaccia a Gv 17,21, dove Gesù prega il Padre con le parole: “fa che siano uno”. Ma l’unità promossa dagli organismi che gravitano intorno all’ONU rispecchia molto di più le fondamenta delle filosofie e delle religioni orientali – in particolare buddhismo, indusimo e connessa pratica dello yoga – che considerano l’uomo un tutt’uno con la Natura.

“Yoga significa unione, l’unione della consapevolezza individuale con il campo unificato di tutte le leggi della natura nello stato di coscienza trascendentale.”[11]

È da queste basi nel pensiero orientale che ha preso avvio la diffusione e la moda di avere un approccio “olistico” a tutte le questioni, atteggiamento che  sta avendo un particolare influsso sulle metodologie dell’insegnamento. L’olismo mistifica il concetto di interdisciplinarietà: quest’ultima può utilizzare aspetti di varie discipline per chiarire o contestualizzare un determinato argomento, mentre l’approccio olistico, con la scusa di voler considerare tutte le cose per “intero” anziché per frammenti, con naturalezza anziché in maniera artificiale, delegittima l’analisi e alla logica sostituisce l’impressione o l’intuito. Dati alla mano, gli esiti sull’apprendimento di questo approccio sono stati negativi, ma anziché prenderne atto per tornare indietro si è preferito piuttosto … ridefinire gli esiti!

È evidente inoltre che togliere spazio e importanza alla razionalità e concentrarsi invece sulla sfera dell’intuitivo (oggi perfino nel campo della matematica), arrivando anche a speculare intorno all’esistenza di un “intelligenza emotiva”, significa aprire la strada ad accogliere i messaggi di quel mondo degli spiriti da cui traggono linfa e origine la teosofia e i suoi derivati.

Alla stessa sfera concettuale dell’approccio olistico alla conoscenza, che rende vaghi e sfuggenti i contorni degli argomenti, appartiene anche la nozione di “interdipendenza”, termine che si trova sempre più spesso nelle dichiarazioni delle entità affiliate all’ONU. Leggete le dichiarazioni d’intenti di uno qualunque di questi organismi e vi troverete la necessità di scoprire e valorizzare l’interdipendenza di tutto e di tutti. L’interdipendenza è ingrediente ineludibile dell’etica globale del cittadino globale, figura omologata al pensiero unico che le agenzie educative dell’ONU stanno alacremente formando in tutto il mondo.  Ma questa interdipendenza, presentata come desiderabile, democratica e realistica, all’occorrenza può venire invocata per impedire al singolo, o anche al singolo gruppo, la libertà di agire, e persino di pensare, senza prima aver interpellato una quantità di altri soggetti. È anche così che si collettivizza e si rende subalterna la società: creando un sistema filosofico che lega le gambe a tutti e lascia libero dominio soltanto a chi manovra e sta in alto.

Il concetto di unità promossa dalle Nazioni Unite non è l’adesione volontaria di persone o gruppi che mantengono un’identità indipendente, ma la fusione spirituale orientaleggiante in un’unica entità, in cui identità e libertà si perdono a favore dell’interdipendenza che costringe tutti, prima di prendere una decisione, ad acconsentire ad un “consensus”, ovvero ad una unanimità che spesso cela compromessi e rinunce alle proprie posizioni da parte di chi è meno determinato o meno preparato o meno organizzato rispetto ad altri.

L’unità nella Società Teosofica

L’unità nel senso dell’interdipendenza costituisce non un aspetto ma l’essenza stessa delle meditazioni e delle pratiche orientali. Sfugge in genere ai più il fatto che queste pratiche sono state veicolate in Occidente, condite di spiritismo, dai seguaci della Società Teosofica[12], il cui programma era di

formare il nucleo di una fratellanza universale dell’umanità, senza distinzione di razza, credenza,        sesso; promuovere lo studio comparato delle religioni, delle filosofie [orientali, ndr] e delle scienze [occulte, ndr]. [13]

È senz’altro significativo che la prima a teorizzare una futura fusione delle religioni nel mondo sia stata la medium russa Helena Blavatskij, fondatrice della Società Teosofica, i cui insegnamenti formano la base esoterica della New Age. [14] Madame Blavatskij insegnava che tutte le religioni  “sono derivate da un’unica fonte primitiva” preesistente alle religioni “separate”, le quali sono “soltanto ombre dell’errore umano e segni di imperfezione”.[15] Secondo la visione dei teosofi,

“alla base di tutte le religioni esisteva un’unica e universale ‘sapienza divina’ alla quale gli adepti dovevano giungere con lo studio ma anche attraverso rivelazioni medianiche come quelle che        costituivano la base dei libri della Blavatskji.”[16]

Alla guida della Società Teosofica, dopo Madame Blavatskij, succedettero altre due donne con facoltà medianiche, Annie Besant e Alice Bailey, il cui pensiero sottende varie attività nel sistema Onu.

La femminista Annie Besant definiva la teosofia come l’unità di tutte le fedi che amano Dio e servono l’uomo, e spiegava gli scopi della Società Teosofica come segue:

“Congiungere tutte le religioni in una aurea catena di amor divino e di servizio umano, ecco il       proposito del nostro movimento per tutta la terra. Riverire e servire la religione dovunque la troviamo     e penetrare attraverso la varietà della fede esteriore fino all’unità della via nascosta, poiché ogni via       è buona per coloro che la seguono; ogni via è divina  e per essa gli uomini possono giungere a        Dio”[17]

Questo filone di pensiero è un fiume carsico che percorre non visto tutto il pensiero New Age ed è alla base di pubblicazioni e modelli educativi promossi dall’ONU.

Non a caso Annie Besant figura fra i principali organizzatori del primo “Parlamento delle Religioni del Mondo”, tenutosi a Chicago nel 1893. Questo “Parlamento” è riconosciuto da tutte le suaccennate organizzazioni interreligiose come l’inizio del movimento religioso mondiale[18], e ad  esso si è ricollegato, nel 1993, un secondo “Parlamento delle Religioni del Mondo”,  organizzato a Chicago per il centenario da un organismo appositamente fondato 5 anni prima, il  “Council for a Parliament of the World’s Religions.[19] [Sami Vivekananda….]

I modelli educativi

Il più esplicito dei modelli educativi dell’ONU è il curriculum mondiale, detto World Core Curriculum, che senza essere pubblicizzato viene “inculturato” negli insegnamenti di scuole di tutto il mondo, attraverso la miriade di canali di cui dispone la rete ONU e relative ONG[20]. Il World Core Curriculum fa espresso riferimento agli insegnamenti di Alice Bailey,[21] l’altra medium che prese per alcuni anni, a fine ‘800, la guida della Società Teosofica.  La Bailey, sotto dettatura dello spirito asceso (cioè, di un morto) Djwhal Kuhl, profetizzava che la civiltà mondiale sarebbe diventata globale, unita in un unico mondo sotto un unico governo, attraverso la “buona volontà” (in inglese “good will”, termine che ha dato luogo al termine “goodwill ambassador”) al servizio di un cambiamento di mentalità in tutto il mondo, che avrebbe portato a realizzare il Nuovo Ordine Mondiale.

Così, il filo conduttore delle teorie spiritiste-pedagogiche promosse dal Curriculum mondiale è la formazione di una nuova coscienza:

“L’obiettivo del nuovo ordine sociale della nuova politica e della nuova religione è di far avvenire il     dispiegamento della coscienza umana[22]

“Sarà pertanto evidente a voi che l’intero scopo dello sforzo presente e futuro è di portare l’umanità     al punto in cui – parlando occultamente – entra nella luce.[23]

La luce, ovviamento, è quella di Lucifero.

Interessante notare come il concetto di “giusto” coincida con unito e interdipendente:

“ho suggerito che i libri di testo siano riscritti in termini di rapporti umani giusti e non dagli angoli        visuali attuali, nazionalistici e separativi…. A tutti questi vorrei aggiungere che uno dei nostri obiettivi     educativi immediati deve essere l’eliminazione dello spirito competitivo e la sostituzione della       coscienza cooperativa [24]

Alice Bailey predisse che un nuovo ordine mondiale sarebbe stato istituito con l’aiuto di una chiesa accettata universalmente  e spiegò che questa avrebbe poggiato

“sulla fondazione di un cristianità reinterpretata e illuminata… di natura universale” [25]

Disse anche che non c’erano grosse distinzioni

“fra l’unica Chiesa Universale (il cattolicesimo, la sacra Loggia interna di tutti i veri Massoni) e le     cerchie più interne delle società esoteriche”[26]

ma che avrebbero tutte lavorato insieme verso un organo di governo globale per raggiungere la meta della nuova “cristianità”.

“La nuova religione mondiale deve poggiare su quelle verità che hanno superato  il parere dei       secoli… stanno formandosi regolarmente nel pensiero umano, e per esse si battono le Nazioni Unite”.[27]

Questa nuova religione, la stessa prevista dagli occultisti di tutti i secoli, si sarebbe costruita sulle antiche idee panteistiche – traendo pesantemente dal buddhismo, ma mantenendo un’apparenza pubblica di cristianesimo.

Lucis sta per Lucifero

Alice e il marito, Foster Bailey, ruppero con la Società Teosofica negli anni Venti del secolo scorso, e fondarono, sempre a New York, quella che oggi si chiama Lucis Trust,  una società che raccoglie una serie di organizzazioni New Age, fra cui la Scuola Arcana, World Goodwill (Buona Volontà Mondiale), Triangoli, Edizioni Lucis, Produzioni Lucis, Biblioteche Lucis Trust e il Nuovo Gruppo di Servitori del Mondo. E’ bene sapere però che la Lucis Trust in origine si chiamava Lucifer Publishing Company, Società Editrice Lucifero. Dovette cambiare nome per superare le ostilità generali che questo nome suscitava, però non cambiò lo scopo per cui fu fondata, che è quello di catalizzare la nuova religione mondiale sotto forma di misticismo sincretico, dove il divino è rappresentato da Lucifero, il portatore di luce.

La Lucis Trust gravita sull’ONU nella veste di Ong, accreditata fin dal 1968 quando l’ECOSOC, l’organo che regge le Nazioni Unite, con la Risoluzione 1296, redatta dal già menzionato Vice-Segretario Generale Robert Muller, principale autore del Curriculum mondiale, dette a determinate organizzazioni come questa una funzione “consultiva” permanente.

Il collegamento di Lucis Trust con le attività dell’Onu è costante e a latere. Ad esempio, al pubblico del Global Forum convocato a Rio de Janeiro, in parallelo alla Conferenza dell’ONU sullo Sviluppo Sostenibile del 1992,  fu fatta recitare la “Grande Invocazione” che campeggia sul sito e nella corrispondenza della Lucis Trust. Lo stesso si sta facendo per il ventennale del Vertice di Rio,  2012, con l’invito a recitare l’invocazione rivolta a tutto il mondo dal sito internet della Lucis Trust prima durante e dopo la manifestazione, e in particolare il 21 giugno, giorno d’inzio dell’estate.  Questa invocazione fu “comunicata” nel 1945 ad Alice Bailey, dal suddetto tibetano defunto Djwhal Khul, ed è presentata come preghiera “al Cristo e alla sua Gerarchia”. La parte più nota dell’Invocazione è

Dal punto di Luce entro la Mente di Dio
Affluisca luce nelle menti degli uomini.
Scenda Luce sulla Terra.

Dal punto di Amore entro il Cuore di Dio
Affluisca amore nei cuori degli uomini.
Possa Cristo tornare sulla Terra.

Dal centro ove il Volere di Dio è conosciuto
Il proposito guidi i piccoli voleri degli uomini;
Il proposito che i Maestri conoscono e servono.

Dal centro che vien detto il genere umano
Si svolga il Piano di Amore e di Luce.
E possa sbarrare la porta dietro cui il male risiede.

Che Luce, Amore e Potere
ristabiliscano il Piano sulla Terra.[28]

OM      OM     OM

Un’altra sezione, meno conosciuta, chiarisce meglio l’intento  della Grande Invocazione. Fu ispirata alla Bailey, sempre dal tibetano, alcuni anni prima, nel 1940, e recita:

“Vieni avanti, O Potentissimo/ L’ora del servizio della Forza Salvifica è arrivata./ Che si diffonda   fuori, O Potentissimo. / Che la Luce e l’Amore e la Potenza e la Morte / Possano adempiere lo scopo      di Colui che Viene”

Una nota chiarificatrice in calce alla invocazione spiega che per “Dio” si intende qualunque maestro si abbia per riferimento. Cristo, ma anche Buddha, Shiva, Maitreya….

E’ evidente che con il nome “Cristo” qui non si intende affatto indicare Gesù ma un’energia:

“Il tibetano [Djwhal Khul] ha chiesto a me [Alice Bailey] di chiarire che quando parla del Cristo si     riferisce al suo nome ufficiale come Capo della Gerarchia. Il Cristo lavora per tutti gli uomini, a     prescindere dalla loro fede; Egli non appartiene al mondo cristiano, come non appartiene al        buddhismo, all’Islam o a qualunque altra fede. Non occorre che nessuno si unisca alla Chiesa cristiana per essere affiliato a Cristo. Basta amare il prossimo, condurre una vita disciplinata,      riconoscere la divinità in tutte le fedi e in tutti gli esseri, e condurre la propria vita quotidiana con        Amore. A.A.B.[29]

La Scuola Arcana

Lucis Trust gestisce e finanzia, fra le altre cose, anche una serie di “scuole arcane” non-profit, per corrispondenza, che mirano apertamente a suscitare interesse per le dottrine e le pratiche occulte. Il sito http://www.lucistrust.org/ spiega in cinque lingue, inglese, francese, italiano, spagnolo e greco, che:

“La Scuola Arcana fu fondata da Alice A. Bailey nel 1923 per rispondere a una richiesta       manifesta e sempre crescente di un insegnamento e di una formazione più approfonditi    nella scienza dell’anima.”

Si tratta di corsi “di studio e di meditazione” uniti a una formazione esoterica e “pratica al servizio di gruppo”. Essa prospetta risultati non solo nel campo della conoscenza ma anche nella “capacità di usare “le energie spirituali” al servizio del “Piano divino”:

La conoscenza, la comprensione e la saggezza, oltre alla capacità di usare le energie    spirituali, che risultano dal lavoro e dagli insegnamenti della Scuola Arcana, devono        esprimersi e trovare la loro applicazione nel vivere il servizio quotidiano, aiutando la     manifestazione del Piano divino e la soluzione dei problemi dell’umanità.

Continui i riferimenti a questo “Piano” con la “P” maiuscola:

L’intento della formazione esoterica offerto dalla Scuola Arcana è di aiutare lo studente nel suo        sviluppo spirituale, aiutarlo ad accettare le responsabilità dello stato di discepolo e a servire il Piano        servendo l’umanità.

Il “Piano” è menzionato anche nella “Grande invocazione” ed è uno dei tre impegni del “discepolo”:

Un discepolo è colui che, soprattutto, si è impegnato a fare tre cose:
a) servire l’umanità;
b) cooperare con il Piano della Gerarchia in base alla sua comprensione e alle sue        possibilità;
c) sviluppare i poteri dell’anima.

Coerentemente con l’intento di sviluppare la consapevolezza dell’interdipendenza di ogni cosa (ivi comprese le persone) la formazione si basa sul lavoro di gruppo, che è

“una tecnica che caratterizzera il servizio di discepolato nell’Età dell’Aquario. L’addestramento dato nella Scuola arcana pertanto è condotta a gruppi.”[30]

Da notare che si tratta di una scuola …. per corrispondenza!

Un curriculum mondiale

Abbiamo parlato di un Curriculum mondiale ispirato alle comunicazioni medianiche ricevute da Alice Bailey sotto dettatura di uno spirito. Il Curriculum mondiale è stato elaborato da Robert Muller, a lungo Vice-Segretario Generale  dell’ONU, e dai fondatori della “School of Ageless Wisdom” [Scuola della Sapienza Senza Tempo], un istituto fondato nel 1978 per

“aiutare la Luce a effondersi nelle menti umane, e l’Amore a effondersi nei cuori umani”.[31]

Che cosa contiene dunque questo “curriculum mondiale”? Indicazioni per il condizionamento delle menti ad assumere atteggiamenti verso di sé e verso la vita che mescolano misticismo, psicologia ed ecologia, e rispecchiano di fatto le filosofie orientali in cui gli esseri umani fanno parte del “tutto”:

“La portata del curriculum sarà sempre la stessa; permettere allo studente di vedersi veramente,       come parte integrale del Cosmo — e incidere anche se per poco.[32]

Il curriculum affronta ogni immaginabile argomento come “parte dinamica” di “quattro armonie”:

La nostra casa planetaria e posto nell’universo, la famiglia umana, il miracolo della vita    umana    individuale, il nostro posto nel tempo. [33]

Le scuole che vogliano essere accreditate dalla rete di scuole Robert Muller Schools devono far in modo da far rientrare ogni e qualsiasi materia in queste quattro formulazioni che racchiudono “l’essenza spirituale” del World Core Curriculum:

Ogni concepibile studio può rientrare in una o più di queste categorie. I rapporti ecologici        all’interno delle Quattro Armonie abbracciano i regni interiori della psicologia dei bambini       come aspetto delle leggi della natura che tutto comprendono. Abbracciano il microcosmo e il   macrocosmo come aspetti co-evolventi del Tutto  che si sostengono a vicenda.[34]

Alla base di ogni insegnamento ci deve essere il costante richiamo all’armonia, che è un altro modo di richiamare all’interdipendenza di tutto sulla terra. Che questo approccio alla conoscenza rifiuti l’analisi razionalistica è espresso chiaramente con la contrapposizione fra le “quattro armonie”, ovviamente olistiche, e i concetti scientifici “frammentati”:

Insegnare/imparare sotto gli auspici delle Quattro Armonie esige che si rinunci ai concetti scientifici        frammentati, agli atteggiamenti umani separativi […]

Non possiamo continuare a parlare un gergo ipocrita e rendere omaggio a parole alle       preoccupazioni dell’ambiente planetario e ai diritti dei bambini mentre continuiamo scriteriatamente        nel dominio e nella razionalizzazione.[35]

Come nella Carta della Terra, si evoca anche la categoria dell’umiltà,  virtù  cardine per il cristiano ma sconosciuta in altre aree della New Age:

Sceglieremo noi la via dell’umiltà, dell’intelletto, del rispetto, della collaborazione, dell’ispirazione e   delle misure corrispondenti di gioia e saggezza?

Se sceglieremo questa via il curriculum ci assicura che si annuncerà

L’emergere dei Superumani, una razza di persone che sono Universalisti co-creativi e mossi

dal cuore e architetti della cultura in continua evoluzione.

Sul sito http://www.paradiseearth.us/ l’autore del curriculum mondiale, Robert Muller dà un assaggio del suo metodo didattico facendo “parlare” il pianeta Terra in prima persona, al fine di accusare l’umanità di averla sfruttata, distrutta e soprattutto sovrapopolata.

Se la Terra potesse parlare ella direbbe:

“Perché mi sono dovuta improvvisamente prendere un incremento della popolazione da 2,5 miliardi       di persone a 6,1 miliardi nel 2000, più del doppio in meno di cinquant’anni?”

Noi [esseri umani, ndr] potremmo rispondere con una scusa: è successo per pura ignoranza. Dopo      la guerra i paesi ricchi e le Nazioni Unite volevano impedire la morte prematura di innumerevoli     bambini  nei paesi poveri. [….] L’Onu avvertì le nazioni e l’umanità con le conferenze mondiali sulla popolazione e con ogni altro possibile mezzo che era imminente un’esplosione mondiale della        popolazione. Ma le religioni e altri fattori si sono opposti.

Il dialogo continua a lungo, sempre con la Terra (rigorosamente con la “T” maiuscola) in veste di vittima saggia e naturalmente, femmina, impegnata  a chiedere i danni al rappresentante dell’umanità. Questi si scusa per il fatto di essere in troppi, ne dà la colpa alle religioni ed esalta al riguardo la lungimiranza delle Nazioni Unite, entità anch’essa personificata.

Un altro dialogo educativo Muller lo immagina fra “noi” e un “comitato extraterrestre di experti  in gestione planetaria” in visita alla Terra. Non crederebbero ai loro occhi, sostiene Muller,

“Voi siete pazzi” esclamerebbero, “non è così’ che si gestisce un pianeta! Vi diamo il voto più basso   in gestione planetaria di tutto l’universo.” Noi [esseri umani, ndr] li guarderemmo con stupore.

“Guardate cosa state facendo!” aggiungerebbero con gentilezza e compassione. “a voi è stato dato     uno dei più bei pianeti del cosmo. È un pianeta vivente con un’atmosfera, terre fertili, acque e        oceani,     vibrante e interdipendente, con gli elementi tutti interrelati nei modi più meravigliosi. Un vero        gioiello    dell’universo. E guardate cosa ne avete fatto.”

Segue una serie di accuse basate sull’esistenza di stati nazionali

160 frammenti territoriali separati senza alcuna logica geografica, ecologica umana o altra. [….]    spendete somme enormi per ognuno di questi territori sovrani e quasi niente per salvaguardare e       provvedere ai bisogni del pianeta tutto intero. Non avete neanche un budget planetario! Che        aberrazione! […]

Com’è noto i sostenitori del progetto di trasformare le Nazioni Unite in un governo mondiale vorrebbero anche una tassa diretta su tutti i popoli del mondo, di qui il concetto di “budget planetario”. Gli extraterrestri di Muller, che altrove chiama ad un “rafforzamento quantico delle Nazioni Unite”, fanno appello direttamente ai bambini, saltando a piè pari i loro genitori bollati come superati e irrecuperabili, e evocano scenari apocalittici che solo i bambini potranno fermare.

“Non perdete tempo. Siate coraggiosi. Non fatevi fermare dalle credenza antiquate […]. Siete alla vigilia di uno dei maggiori disastri nucleari, ecologici e climatici potenziali. Che Dio vi protegga, vi benedica e vi guidi. Che l’illuminazione cosmica illumini finalmente questo vostro  meraviglioso   pianetino che gira fedelmente intorno al suo sole nel vasto universo.

E ricordate,” ci consiglierebbero nell’accomiatarsi, “questo pianeta non è stato creato per voi. Voi siete stati creati per aver cura del pianeta.”

Quale educazione possa fornire ai bambini e ai giovani questa visione del mondo – di “Gaia”, pianeta letteralmente vivente, considerata persona – che colpevolizza l’umanità per il solo fatto di esistere,  quale rivoluzione strisciante nei pensieri e nei comportamenti possa produrre questa visione di un tutto sfuggente e in continua evoluzione, se posta a fondamento di ogni possibile materia di studio, è un esito facilmente intuibile che non richiede commenti.

L’unità che ci vuole: quella fra fede e ragione

Gesù ci ingiunge di amare, fino all’estremo limite dell’amare i nostri nemici. Ma, come ho già avuto occasione di rimarcare su queste colonne, amare non significa rinunciare al proprio pensiero e alla propria razionalità. È possibile amare una persona, aiutarla ed ascoltarla, pur senza condividerne le idee, cosa che peraltro ci potrebbe mettere in conflitto con quell’altra unità a cui ci chiama la Chiesa, che è l’unità delle verità:

L’unità della verità è già un postulato fondamentale della ragione umana, espresso nel principio di     non-contraddizione.[36]

Il principio di non-contraddizione significa che se una cosa è vera, non può essere vero il suo contrario. Sembrerebbe ovvio, detto così, ma il relativismo imperante, la “dittatura del relativismo”, per dirla con il Santo Padre, impone di ammettere anche questa come possibilità: io la penso in un modo e tu la pensi al contrario? Benissimo, ognuno ha la sua “verità”, quindi abbiamo ragione tutti e due, perché tutto è soggettivo e l’importante è essere uniti.

La legittima pluralità di posizioni ha ceduto il posto ad un indifferenziato pluralismo, fondato        sull’assunto che tutte le posizioni si equivalgono: è questo uno dei sintomi più diffusi della sfiducia       della verità che è dato verificare nel contesto contemporaneo. [37]

È chiaro il collegamento con le filosofie di provenienza orientale:

A questa riserva non sfuggono     neppure alcune concezioni di vita che provengono dall’Oriente; in       esse, infatti, si nega alla verità il suo carattere esclusivo, partendo dal presupposto che essa si manifesta in modo uguale in dottrine diverse, persino contraddittorie tra di loro. In questo orizzonte,       tutto è ridotto a opinione.[38]

Questo non solo è razionalmente inaccettabile ma rende anche più probabili, e non meno probabili, i conflitti.[39] Chi infatti non acquista una sana abitudine a saper sostenere le proprie idee in un confronto leale con chi la pensa diversamente non potrà mai interagire costruttivamente con il prossimo. Qui sta uno dei più grossi e cruciali equivoci dei giorni nostri: quello di riempirsi la bocca con la parola “dialogo” quando in realtà si vuole indicare lo sforzo di evitare divergenze di opinione.

Dialogare significa comunicare per scambiarsi informazioni e punti di vista diversi, che possono senz’altro convergere per effetto di argomentazioni convincenti, ma  che non sono uguali in partenza. Assistiamo invece sempre di più ad un’interpretazione del tema della “pace” come di un obbligo a “scappare” di fronte alle divergenze di opinione. Per scappare voglio dire cambiare discorso o adeguarlo a chi si ha di fronte, se non addirittura andare via fisicamente per paura che di contrasti verbali o “polemiche” risentite. Questa paura elimina il necessario gradino intermedio fra acquiescienza e rivolta, un’omissione pericolosamente diseducativa – perché nel momento in cui non riuscissimo più ad accettare le parole dell’altro senza sentirci stretti nell’alternativa fra tacere o ribellarci, non potremmo più far ricorso a quell’allenamento alla convivenza, rispettosa di sé e degli altri, che faceva parte della sana educazione una volta generalizzata in Occidente. Chi è abituato a cambiare discorso, scambiando il dialogo per una forma superficiale di buone maniere anziché per una sana interazione fra persone che non necessariamente hanno le stesse idee,  non sarà più in grado di sostenere le sue ragioni senza adirarsi, offendersi od offendere: perché sarà abituato solo alla stima di sé stesso in quanto, appunto, acquiesciente.

E qui si ritorna a quella moderna fuga dall’analisi, di cui l’approccio “olistico” costituisce uno dei pretesti.

Si tratta di un mattone molto grosso nella costruzione in atto di una società che qualcuno vorrebbe massificata nel senso dell’omologazione dei comportamenti a poche grandi linee, secondo parole d’ordine come “pace” e “giustizia” il cui contenuto sia semplificato, sottratto all’analisi individuale e consegnato all’esegesi insindacabile degli ayatollah dell’ideologia che smuovono le piazze. È una società destinata al perenne conflitto latente (il materialismo dialettico tradotto in pratica), una società bisognosa quindi di essere pianificata e strettamente controllata dall’alto – magari da un governo mondiale che vigili sul nostro bene e decida al nostro posto mentre noi ci dedichiamo a svuotare il cervello del suo contenuto di pensiero con gli esercizi di yoga che fanno tanto bene (a proposito, una cattolica della Croazia mi raccontò l’anno scorso che da quando il suo paese gravita sull’Unione europea – che Robert Muller considera modello e pietra fondante sulla via della “unione mondiale”[40] – sono arrivate le banche Unicredit e il New Age, sotto forma di propaganda dello yoga. Qualcuno può verificare?).

Un governo mondiale è forse quello che già si profila, ben organizzato e articolato, con l’autorità dei suoi risvolti religiosi e il sostegno delle sue agenzie educative, sotto il nome di Organizzazione delle  Nazioni Unite.

© UVG n.34


[1]E. Roccella, L. Scaraffia, Contro il cristianesimo, L’ONU e l’Unione europea come nuova ideologia, Piemme 2005, pp. 50-62

[2] Che è non il dialogo fra le religioni ma la mescolanza di elementi di tutte le religioni

[3] al congresso di Vancouver la “teologa atea” Dorothy Solle invitata a dire la sua sul cristianesimo ne ha approfittato per denunciare il concetto biblico di Dio e della sua Signoria e invitare ognuno a  “scrivere nuove bibbie

[4] al medesimo  congresso i relatori hanno spronato le donne a fare della loro esperienza femminile il punto di inizio di una teologia nuova in cui la reverenza per Dio Padre diventa il culto di dio madre

[5]Convegno religioso all’Onu dà la colpa degli attacchi terroristici  alla religione in generale, C-Fam, Friday Fax, 12 ottobre 2001

[6] Ibid.

[7] cfr. Scaraffia cit, p. 65

[8] Ibid.

[9] Ibid.

[10] Interessante a questo riguardo il quesito posto da SS. Benedetto XVI nella recente enciclica Spe Salvi: è concepibile che vittima e carnefice siedano a fianco a fianco al banchetto eterno, come se nulla fosse stato?

[11] dal sito del Maharishi College sulla levitazione yoga http://www.mum.edu/worldpeace/yogic_flying.html

[12] fondata a New York nel 1975

[13] Scaraffia, op.cit.p.51  [le “ndr” sono mie]

[14] La teosofia, in “La Civiltà Cattolica” 3, anno 1905, p.20 citato in Scaraffia, op.cit. p. 50

[15] citato in L.Penn, Tyrrany in the Name of Tolerance, http://www.newoxfordreview.org/jul00/leepenn.html

[16] Scaraffia, op.cit. p. 51

[17] “L’unità delle religioni secondo la teosofia, in “La Civiltà cattolica” 4, anno 1908, p. 158

[18] Ibid. p.53

[19] Ibid. p. 52

[20] sigla ormai universalmente nota che indica le Organizzazioni non-governative

[21] il raggio di azione della Bailey riguardava prevalentemente gli Stati Uniti, mentre Annie Besant era la maggiore figura di riferimento per l’Europa.

[22] A.A. Bailey, Esoteric Psychology II, Lucis Trust, New York, 1942, p. 632, citato in G. Kah, The New World Religion, The Spiritual Roots of Global Government, Hope International Publishing 1998, p. 38

[23] A.A.Bailey, Education in the New Age, p. 52, in Kah, op.cit..

[24] A.A.Bailey, Education, p. 74, in Kah, p.37

[25] A.Bailey, The Rays and The Initiations, NY: Lucis Trust, 9. ristampa 1993 p 533, citato in  Kah, p 243/245

[26] A.A.Bailey. The Externalisation …Kah p. 513, ibid.

[27] Bailey, The Externalisation..,  Kah p.404, ibid.

[28] http://www.lucistrust.org/ithtml/it_invocation visitato il 12 giugno 2005

[29] A.A.Bailey. The Externalisation of the Hierarchy (NY Lucis Trust, 7ma ristampa, 1982) p. 558 in Kah, op.cit.

[30] citazioni tratte da http://www.lucistrust.org/ithtml/it_arcane/ visitato il 12 giugno 2005

[31] www.unol.org/rms visitato il  31 maggio 2005

[32] http://www.robertmuller.org/p01.html visitato il 31 maggio 2005

[33] cfr http://www.centerforlivingethics.org/htmlfiles/Curriculum/babies.htm visionato il 31 maggio 2005

[34] Ibid.

[35] Ibid.

[36] S.S. Giovanni Paolo II, Fides et Ratio, 34

[37] Ibid., 5

[38] Ibid.

[39] Lo stesso concetto di ecumenismo talvolta viene interpretato erroneamente come l’invito a sentirsi tutt’uno con le persone di fedi diverse dal cristianesimo, mentre una cosa è l’ecumenismo (sforzo di unità fra cristiani) e un’altra è il dialogo inter-religioso (che deve intercorrere fra cristiani, da una parte, ed ebrei, musulmani, buddhisti, shintoisti ecc. dall’altra).

[40] Specie dal punto di vista fiscale!. Esulta infatti Muller, sul sito www.paradiseearth: “Nel 1990 la Comunità economica europea aveva già un bilancio di 7,4 miliardi di dollari, dieci volte il bilancio dell’ONU per tutte le sue attività mondiali. Questo esempio è carico di tali speranze, è così potente, così innovativo e suggestivo, che lo consiglio come luce da seguire per avere altre comunità regionali [come la Comunità euroepea, ndr] e per l’intero globo”.

Powered by WordPress. Theme by H P Nadig